Cose da fare prima di andare in pensione

Prima di andare in pensione c’è una serie di cose da fare affinché il passaggio da lavoratore a pensionato avvenga senza traumi: ecco i consigli dell’emittente statunitense CNBC.

Cose da fare prima di andare in pensione

State per andare in pensione e non vedete l’ora che arrivi questo momento? Ebbene, vi consigliamo di mettere per un attimo da parte l’entusiasmo e di riflettere su come a breve cambierà la vostra vita.

A tal proposito l’emittente americana CNBC ha pubblicato un elenco di cose da fare prima di andare in pensione, così da gestire il passaggio da lavoratore a pensionato senza traumi.

Questo perché se da una parte con l’accesso alla pensione avrete più tempo libero da dedicare allo svago e alla famiglia, dall’altra dovete mettere in conto una riduzione delle entrate mensili.

Solitamente, infatti, la pensione è più bassa dello stipendio, con un tasso di sostituzione che va dal 60% all’80% a seconda dei casi (dipende dalla posizione contributiva, ma anche dalla tipologia di calcolo che si applica sull’assegno).

Ecco perché prima di andare in pensione è necessario pianificare il proprio risparmio per il futuro, così da assicurarsi una vecchiaia serena; sono in molti, d’altronde, a sottovalutare il costo della vita da pensionati ritenendo che con il solo assegno di pensione si riuscirà ad affrontare tutte le spese (previste e non).

Ecco perché è bene seguire una serie di attenzioni quando ci si prepara al passaggio da lavoratore attivo a pensionato; ecco quali sono, secondo gli esperti di CNBC, i consigli utili per affrontare al meglio gli anni della pensione.

Prepararsi emotivamente

Prima di lasciare il lavoro non vedrete l’ora di andare in pensione: eppure quando ciò si concretizza potreste subire un contraccolpo emotivo. L’abbandono del lavoro, infatti, potrebbe avere un impatto negativo sulla vostra autostima e il troppo tempo libero potrebbe comportarvi paradossalmente uno stress da solitudine.

Come combattere questo scenario? Cercando di costruirvi, già prima di smettere di lavorare, una rete sociale abbastanza ricca, possibilmente di persone con i vostri stessi interessi. Pianificate le attività da fare nel tempo libero; sviluppate nuove passioni e hobby.

Calcolare esattamente le spese previste

Come anticipato, uno degli errori più frequenti commessi da coloro che si preparano ad andare in pensione è di fare una previsione errata su quali saranno le spese che dovranno affrontare in questi anni.

Per gestire al meglio entrate e patrimonio però è necessario calcolare nel modo più preciso possibile le spese previste. Tenete conto che andrete a risparmiare sui trasferimenti casa-lavoro (ad esempio sul costo della benzina, ma anche sull’usura dell’auto) ma che allo stesso tempo con l’avanzare dell’età aumentano le spese legate all’assistenza sanitaria.

Le spese affrontate in passato, quindi, saranno diverse rispetto a quelle che vi attendono ma non è detto che siano di un importo più basso; solo facendo un calcolo minuzioso, cercando di eliminare il più possibile le spese superflue, riuscirete a scoprirlo.

Non lasciate debiti

Un altro consiglio che la CNBC dà ai prossimi pensionati è di non lasciarsi debiti da pagare; è meglio estinguerli prima del pensionamento, così da poter gestire le proprie spese future in maniera più comoda.

L’importanza degli investimenti

È probabile che nel corso della carriera lavorativa abbiate deciso di investire una parte dei guadagni in azioni e obbligazioni, sperando che questi vi garantiscano una buona rendita. Ebbene, secondo Linda Rogers (titolare del Planning Within Reach) prima di andare in pensione è importante valutare l’allocazione dell’intero portafoglio così da assicurarsi che la composizione di azioni e obbligazioni sia ancora appropriata.

Potrebbe essere, infatti, che nel frattempo la propensione al rischio sia mutata e che per questo sia arrivata l’ora di rivalutare gli investimenti effettuati.

L’importanza dei risparmi

Allo stesso tempo è importante non effettuare investimenti rischiosi, mantenendo un certo risparmio per eventuali spese impreviste che potrebbero insorgere negli anni della pensione.

Quanto risparmiare? Secondo gli esperti il metodo migliore per scoprirlo è quello di calcolare la spesa prevista da qui ai prossimi tre anni e risparmiare abbastanza liquidità per farne fronte. D’altronde potete sempre contare sulla buonuscita che vi verrà corrisposta alla cessazione dell’attività lavorativa.

Abituarsi al calo del patrimonio

Ricordate che per quanto potete gestire al meglio il vostro patrimonio sarà molto più difficile risparmiare e accumulare liquidità durante la pensione rispetto a quanto fatto durante gli anni di lavoro.

Per questo motivo cominciate ad abituarvi fin da subito a vedere negli anni un calo del vostro patrimonio: è proprio l’ultima fase della vita, infatti, quella dove si subisce un decumulo delle risorse economiche.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Pensione

Argomenti:

Risparmio Pensione

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.