Coronavirus: il G7 ha rilasciato il comunicato. Cosa è emerso?

Coronavirus: il G7 di oggi ha partorito l’atteso comunicato. Cosa è emerso?

Coronavirus: il G7 ha rilasciato il comunicato. Cosa è emerso?

L’emergenza coronavirus è stato l’argomento più discusso nel G7 di oggi, martedì 3 febbraio.

Come previsto in mattinata, i partecipanti al meeting hanno tentato di tracciare strategie e modalità d’azione condivise per fronteggiare l’epidemia che ha già ucciso più di tremila persone nell’arco di due mesi.

Il documento tanto atteso, riguardante il coronavirus e il suo impatto economico globale, è stato finalmente pubblicato. I mercati, però, non sono rimasti particolarmente soddisfatti dal contenuto del testo.

Coronavirus e G7: il comunicato è arrivato. Cosa prevede?

Al termine dell’attesa riunione, i funzionari delle sette più grandi economie mondiali hanno finalmente pubblicato il comunicato stampa nel quale hanno fatto squadra nella battaglia contro il coronavirus.

Come previsto, però, nel documento non sono state definite delle azioni concrete da intraprendere per cui lo sforzo collettivo è risultato piuttosto vago. Proprio per questo i mercati hanno in parte limitato i guadagni del mattino, pur continuando a scambiare con rialzi decisi ed evidenti.

“Dato il potenziale impatto del COVID-19 sulla crescita globale, ribadiamo il nostro impegno a utilizzare tutti gli strumenti politici adeguati per ottenere una crescita forte e sostenibile e salvaguardarci dai rischi al ribasso,”

si legge nel comunicato del G7.

I partecipanti si sono detti pronti a rafforzare i servizi sanitari e ad adottare le misure fiscali necessarie per sostenere l’economia durante questa fase particolarmente delicata.

“Le banche centrali del G7 continueranno ad adempiere ai loro mandati, supportando così la stabilità dei prezzi e la crescita economica cercando di mantenere la resilienza del sistema finanziario”.

Anche le autorità del FMI monitoreranno la situazione e agiranno se lo reputeranno necessario.

Come anticipato, il contenuto del comunicato ha deluso i mercati, che avevano forse sperato nell’introduzione di misure e azioni più concrete. I principali indici del Vecchio Continente si sono così allontanati dai massimi di giornata ma hanno comunque continuato a scambiare in rialzo.

Il contenuto seguente è stato redatto prima della pubblicazione del comunicato e ha riguardato le attese e le iniziali indiscrezioni di stampa

— -

Le previsioni sul meeting: novità in arrivo?

Secondo quanto riportato in mattinata da numerose fonti di stampa estera, un funzionario del G7 a conoscenza della materia avrebbe parlato a Reuters di una dichiarazione scritta in dirittura d’arrivo.

Nel comunicato, si è detto, le sette potenze esprimeranno la loro volontà di contrastare l’impatto del coronavirus anche se al momento poco o nulla è emerso in merito alle misure specifiche elaborate dai Paesi in questione.

Il testo, per il momento, potrebbe non richiedere nuove spese governative o tagli coordinati dei tassi da parte delle grandi banche centrali. Esso potrebbe comunque cambiare da qui alla definitiva pubblicazione.

La posizione dell’Italia

In linea di massima, comunque, per fronteggiare il coronavirus il G7 si impegnerà a lavorare in maniera coesa in modo tale da limitare l’impatto economico dell’epidemia.

Una visione, questa, condivisa dal Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri, che ha già fatto pressione per convincere i suoi colleghi ad adottare strategie coordinate. L’Italia, d’altronde, è stata travolta a sorpresa dall’epidemia che nelle ultime settimane ha causato diversi morti e migliaia di contagi. Per non parlare poi dell’impatto economico della questione.

Stando ancora alle citate indiscrezioni di stampa, è probabile che il comunicato del G7 sul coronavirus verrà pubblicato tra oggi e domani. Alla teleconferenza odierna faranno poi seguito una riunione preliminare dell’Eurogruppo e un meeting straordinario del G20.

Argomenti:

G7 Coronavirus

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories