Allarme coronavirus: Europa in recessione, Italia la più colpita

Coronavirus: Europa in recessione, Italia la più colpita. Le previsioni di Goldman Sachs non hanno lasciato spazio a dubbi di sorta

Allarme coronavirus: Europa in recessione, Italia la più colpita

Nuovo allarme sul coronavirus: Europa in recessione e Italia drasticamente travolta dalla pandemia.

A lanciarlo gli analisti di Goldman Sachs, che hanno stimato pesanti flessioni economiche per tutti i Paesi del Vecchio Continente.

Le nuove previsioni degli esperti sono arrivate poco dopo quelle sugli Stati Uniti, i quali cresceranno soltanto dello 0,4% nel 2020 (dal precedente 1,2%), e hanno dipinto un futuro particolarmente faticoso per l’Europa - già in recessione - e in particolar modo per l’Italia.

Coronavirus: Europa in recessione per Goldman

Tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo anno il coronavirus si è progressivamente diffuso prima in Cina e poi nel resto del mondo. Con il passare del tempo, poi, il suo impatto economico si è palesato e molti osservatori hanno iniziato a tagliare le proprie previsioni.

L’epidemia si è poi tramutata in vera e propria pandemia e numerosi Paesi sono stati messi con le spalle al muro (Italia compresa). I numeri, d’altronde, hanno fatto rabbrividire.

L’impatto del coronavirus è risultato dunque più ampio del previsto e le previsioni di esperti, analisti e osservatori di mercato sono nuovamente peggiorate: in molti hanno iniziato a parlare di recessione globale.

Anche Goldman Sachs ha tentato di stimare per quanto possibile (vista la rapida evoluzione della situazione) le conseguenze economiche della pandemia e qualche ora fa ha rivisto le stime sul PIL degli Stati Uniti.

Poi la banca ha rivolto il proprio sguardo all’Unione europea e l’outlook non è certamente migliorato.

“Vediamo ora l’Europa chiaramente in recessione, con pesanti contrazioni sia nel primo che nel secondo trimestre”,

hanno tuonato gli esperti.

Le loro considerazioni sono emerse poche ore dopo la pubblicazione dell’indice ZEW riferito all’Eurozona, che nel mese di marzo è letteralmente crollato dal precedente 10,4 all’odierno -49,5. Una rilevazione, questa, che non ha certamente aiutato a risollevare il sentiment di generale scetticismo.

“Sebbene l’incertezza resti molto grande, le nostre stime puntano a un impatto sulla crescita a livello di Eurozona non annualizzato pari a 1 punto percentuale nel primo trimestre e a 3 punti nel secondo”.

Focus sull’Italia

Gli esperti di Goldman non si sono limitati soltanto a teorizzare la recessione dell’Europa ma hanno altresì confermato che, tra le economie del Vecchio Continente la più colpita dal coronavirus sarà molto probabilmente l’Italia.

Anche la Germania, la Francia e la Spagna risentiranno della pandemia, ma nel Belpaese le cose andranno peggio. Nel 2020 il PIL tricolore crollerà del 3,4%.

Più in generale le flessioni stimate da Goldman sono state le seguenti:

  • Germania: -1,9%
  • Francia: -0,9%
  • Spagna: -1,3%
  • Italia: -3,4%

Per il rimbalzo bisognerà attendere il 2021. Quello corrente, a causa del coronavirus, sarà l’anno della recessione per Europa e Italia.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Recessione

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.