800 euro a studenti fuorisede dalla Regione, ecco dove e per chi

Marta Tedesco

09/04/2020

30/06/2021 - 12:35

condividi

La Regione Sicilia ha stanziato un fondo di 7 milioni di euro a sostegno degli studenti fuori sede. Sarà destinato un contributo alloggio ai ragazzi siciliani in difficoltà.

800 euro a studenti fuorisede dalla Regione, ecco dove e per chi

La Regione Sicilia è scesa in campo per sostenere gli studenti fuori sede in questo periodo di emergenza COVID-19. È stato stanziato un fondo per supportare le spese degli universitari più in difficoltà, iscritti sia in atenei italiani che all’estero.

Pagare l’affitto di case o alloggi è infatti diventato un problema stringente per famiglie e studenti. Del loro appello si sono preoccupate alcune associazioni studentesche, che già da marzo si sono mobilitate per richiedere al governo sostegni economici e la sospensione degli affitti. Adesso però alcune regioni hanno avviato concreti provvedimenti per supportare chi è in difficoltà.

Regione Sicilia, fondo a sostegno degli studenti fuori sede

Il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, ha annunciato che verranno stanziati 7 milioni di euro a sostegno degli universitari siciliani fuori sede come contributo alloggio. Una soluzione necessaria per venire incontro alle famiglie degli studenti in situazione di difficoltà economica causata dall’emergenza coronavirus.

In particolare, 4 milioni andranno agli studenti iscritti in atenei fuori dal territorio siciliano, compresi quelli all’estero. 800 euro a studente, qualora abbia mantenuto la permanenza in quelle sedi dal 31 gennaio fino a oggi. I destinatari dovranno risultare regolarmente iscritti all’anno accademico 2019/2020, appartenere a un nucleo familiare con un reddito certificato ISEE non superiore ai 23mila euro annui e non dovranno godere di altri sostegni economici erogati per gli stessi fini.

3 milioni di euro invece saranno stanziati per gli studenti fuori sede, ma residenti in Sicilia. Risulteranno beneficiari coloro che hanno richiesto il contributo alloggio all’ERSU, Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario, per l’anno di studi in corso, e siano risultati idonei ma non assegnatari dell’agevolazione.

Gli ERSU della Regione Siciliana provvederanno all’erogazione del contributo. In particolare, quello di Palermo si prenderà carico dell’istruttoria degli studenti iscritti in Italia, quello di Catania per gli universitari all’estero.

Aiuti per gli studenti universitari

In questa situazione di difficoltà, il governo ha tentato di venire incontro ai bisogni degli studenti. Alla richiesta di abolizione delle tasse universitarie però il Decreto Cura Italia ha previsto solo uno slittamento del pagamento al 15 giugno 2020.

Ma sul versante del sostegno economico dei soggetti in difficoltà non si è mossa solo la Sicilia. Anche la Toscana è intervenuta per dare supporto alle famiglie e agli studenti fuori sede provvedendo a sostegni per il pagamento degli affitti. Vincenzo Ceccarelli, assessore all’urbanistica e casa, ha annunciato che la regione destinerà circa 8 milioni di euro per il sostegno straordinario all’affitto.

I destinatari, oltre ai fuori sede, sono lavoratori dipendenti e autonomi che hanno perso il lavoro o che hanno percepito una grossa riduzione di reddito. Le risorse saranno distribuite dai comuni e saranno destinate a coprire almeno gli affitti di aprile, pensando di estendere l’agevolazione a maggio e giugno 2020.

I giovani universitari sono una ricchezza della Toscana. Abbiamo il dovere di mantenere vitale il tessuto di relazioni di cui sono protagonisti i tanti studenti fuori sede che vivono nelle città che ospitano gli atenei” ha dichiarato la vicepresidente e assessore alla cultura Monica Barni.

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it