Conferenza Draghi su nuovo decreto e super green pass: cosa cambia e da quando

Giorgia Bonamoneta

24/11/2021

24/11/2021 - 19:26

condividi

Mario Draghi spiega in conferenza stampa le novità introdotte con il nuovo decreto approvato dal Consiglio dei Ministri in data 24 novembre.

Conferenza Draghi su nuovo decreto e super green pass: cosa cambia e da quando

Mario Draghi interviene in conferenza stampa, insieme al Ministro della Salute Roberto Speranza e al Ministro per gli Affari regionali Maria Stella Gelmini, per spiegare le novità decise dall’ultimo Consiglio dei Ministri chiamato per dare una risposta concreta all’aumento dei contagi di questi giorni.

Serviva una svolta, con le Regioni che già da qualche giorno hanno chiesto al Governo d’intervenire per fare in modo che la quarta ondata, che secondo il parere degli esperti è spinta da coloro che non sono ancora immunizzati, non gravi sulle spalle di coloro che hanno deciso di vaccinarsi.

Il risultato si chiama super green pass, una certificazione verde che per alcune situazioni verrà rilasciata solamente a coloro che sono vaccinati oppure sono guariti dal Covid da meno di 6 mesi. Niente più tampone negativo, quindi, per andare al ristorante o in palestra, oppure per cinema e teatri.

Le novità di questo importante decreto che di fatto introduce nuovi limiti per chi non è vaccinato - e nel contempo prevede anche un obbligo di vaccinazione per nuove categorie di lavoratori - vengono spiegate da Mario Draghi in questa conferenza stampa molto attesa in cui il premier e - specialmente - il Ministro della Salute Speranza dovranno spiegare il perché è stato necessario intervenire nuovamente per arginare la diffusione dei contagi sul territorio.

Quali sono le previsioni per i prossimi mesi? Dobbiamo preoccuparci oppure il decreto che istituisce il super green pass serve per mantenere la situazione sotto controllo? Ecco cosa ha detto a riguardo Mario Draghi insieme ai Ministri che sono intervenuti con lui in conferenza stampa.

ORE 19:25

“Siamo a buon punto con il PNRR”

Entro la fine dell’anno saranno raggiunti gli obiettivi previsti per gli investimenti del PNRR. Lo conferma Draghi, annunciando che prossimamente saranno pubblicati i bandi per l’edilizia, per la scuola e l’Università etc.

Esisterà anche un sistema di monitoraggio per tenere sotto controllo le spese e tutti gli altri lavori. I ritardi, con questa struttura, saranno arginati velocemente dal Governo.

ORE 19:18

Stato di emergenza: non ci sono novità

Un mese prima della scadenza non è stato deciso nulla. Draghi si domanda, in risposta se sia possibile mantenere la struttura di soccorso e attenzione sanitaria attivata dalla pandemia senza la promulgazione di un’estensione dello stato di emergenza.

Si attendono nuovi dati epidemiologici per decidere in tal senso.

ORE 19:15

Estensione campagna di vaccinazione fascia 5-11

Si aspetta la pronuncia dell’EMA per attuare la campagna di vaccinazione per la fascia 5-11.

Intanto il percorso sarà:

  • approvazione (forse domani) dell’EMA per la vaccinazione dei più piccoli;
  • arrivo delle dosi pediatriche, probabilmente nell’ultima o penultima settimana di dicembre;
  • nel frattempo ci sarà una campagna di promozione per la vaccinazione dei più piccoli.
ORE 19:10

Aumento prezzo energia elettrica e gas: nuovi aiuti per il 2022

Previsioni parlano di un freno degli aumenti di gas e luce. Intanto le bollette sono diventate pesanti e Draghi ricorda che è già stata presa una decisione per il sostegno di famiglie e piccole imprese (3 miliardi) e per il prossimo anno saranno previsti altri aiuti (oltre 1 miliardo) per mantenere le spese dei cittadini e la produzione elevati.

ORE 19:07

Forze dell’Ordine per i controlli, anche sul trasporto pubblico

Ci saranno sempre più controlli. “I controlli vanno rafforzati”, dice Draghi. Sono stati richiamati tutte le Forze dell’Ordine, anche Polizia municipale e Vigili urbani.

In particolare, per quanto difficili, saranno aumentati i controlli sui trasporti pubblici.

ORE 19:05

Draghi e la terza dose

A una domanda diretta sulla somministrazione della terza dose, Draghi ha dichiarato di averla già fatta.

ORE 19:03

Certezze per la stagione turistica

Le norme decise nel Decreto servono, oltre che per tentare di fermare l’avanzamento della pandemia, anche per garantire la stagione turistica.

Per gli arrivi dall’estero sono in aggiornamento le regole europee. Oggi le misure in vigore sono robuste. Ci saranno controlli per aerei e treni, mentre per i viaggi in auto si stanno organizzando controlli a campione.

ORE 19:00

Governo compatto contro le tensioni

Il Decreto è stato approvato in maniera compatta. Draghi ha ricordato che ogni opposizione, da parte dei partiti e dei cittadini, è lecita, ma sono e saranno i successi a conciliare sulle scelte prese.

ORE 18:51

Terza dose dai 18 anni in su

Dal 1° dicembre saranno eliminate le fasce d’età per il richiamo della terza dose. Le prenotazioni per il richiamo sarà possibile per tutta la popolazione a partire dai 18 anni.

ORE 18:50

Estensione del green pass

Si estende l’utilizzo del green pass in modo particolare agli alberghi, al trasporto ferroviario regionale e interregionale e anche al trasporto pubblico locale. Inoltre si estende questo utilizzo anche agli spogliatoi di tutte le attività sportive (anche di quelle chiaramente all’aperto).

ORE 18:48

Estensione obbligo vaccinale

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, annuncia l’estensione dell’obbligo vaccinale, confermando quanto scritto in precedenza.

Le categorie alle quale sarà esteso sono:

  • personale non sanitario che lavora nel resto del comparto salute
  • Forze dell’Ordine e militari
  • tutto il personale scolastico
ORE 18:45

Inizio conferenza stampa: Draghi sulla situazione italiana

Il premier Mario Draghi apre la conferenza ringraziando gli italiani per la partecipazione alla campagna vaccinale, soprattutto per la terza dose.

“Bisogna - sottolinea Draghi - conservare quello che abbiamo conquistato nel corso di questo anno”. Lo spirito dei provvedimenti è il mantenimento della normalità, rimanere aperti e liberi.

ORE 18:35

Categorie soggette alla vaccinazione obbligatoria

Nell’articolo 1 del nuovo Decreto si legge che il vaccino contro il COVID, compresa la somministrazione della dose di richiamo, sarà obbligatorio.

Vaccino obbligatorio per tutto il personale sanitario, per il personale scolastico, per il personale della Difesa, della Sicurezza e del Soccorso pubblico.

ORE 18:08

Nota ufficiale su “Green pass ordinario” e “Green pass rafforzato”

Nella nota ufficiale, che anticipa la conferenza stampa, vengono confermate alcune disposizioni.

Il green pass ordinario (base) sarà obbligatorio per accedere agli alberghi, negli spogliatoi e sui trasporti pubblici.
Viene invece confermato il green pass rafforzato per accedere agli spettacoli, agli eventi sportivi, nei bar e ristoranti al chiuso. Inoltre sarà necessario per partecipare alle feste, per entrare in discoteca, per le cerimonie pubbliche.

ORE 16:30

Niente green pass per gli Under 12

Presto dovrebbe arrivare il via libera dell’AIFA per il vaccino anti Covid per la fascia di età 5-11. Tuttavia, non ci saranno obblighi - neppure velati - per le famiglie: per gli Under 12, infatti, il green pass non verrà comunque richiesto.

ORE 16:00

Le novità del super green pass

Secondo indiscrezioni, il super green pass - valido solo per vaccinati o persone guarite dal Covid - dovrebbe entrare in vigore già dalla zona bianca. Questo significa che in tutti quei casi in cui già oggi è richiesto il green pass ci saranno delle limitazioni per coloro che non sono vaccinati. Non basterà, infatti, un tampone negativo per accedere ai servizi di ristorazione, come pure per andare in palestra o semplicemente per una serata al teatro.

Iscriviti a Money.it