Concorsi pubblici, 151 posti per lavorare in amministrazione: bando, requisiti e destinazione

Simone Micocci

28 Settembre 2022 - 13:11

Concorso Azienda Zero di Padova: in Gazzetta Ufficiale il bando per 151 posti. Lavoro in amministrazione, basta il diploma.

Concorsi pubblici, 151 posti per lavorare in amministrazione: bando, requisiti e destinazione

Tra i bandi di concorso pubblicati in Gazzetta ufficiale del 27 settembre 2022, ce n’è uno che reputiamo molto interessante se non altro per il numero di assunzioni previste: 151 posti a tempo indeterminato per lavorare come assistente amministrativo professionale.

A effettuare la selezione è l’Azienda Zero di Padova, con i candidati che verranno distribuiti nella varie sedi dislocate sul territorio. Profilo al quale possono concorrere anche coloro che hanno solamente il diploma.

Chi quindi è interessato a lavorare in amministrazione, e non avrebbe problemi a trasferirsi, può candidarsi al concorso bandito da Azienda Zero, inviando la domanda di partecipazione entro la scadenza del 27 ottobre 2022. Di seguito tutte le informazioni sul bando, dai requisiti alle prove previste dal concorso, fino alle sedi in cui verranno destinati i candidati che risulteranno vincitori.

Concorso pubblico Azienda Zero di Padova: le destinazioni

Il concorso bandito da Azienda Zero di Padova, finalizzato al reclutamento a tempo indeterminato di assistenti amministrativi professionali, categoria C, prevede l’assunzione di 151 persone, le quali saranno così dislocati:

  • Azienda ULSS n. 1 Dolomiti: tre posti;
  • Azienda ULSS n. 2 Marca Trevigiana: tre posti;
  • Azienda ULSS n. 3 Serenissima: dodici posti;
  • Azienda ULSS n. 4 Veneto Orientale: tre posti;
  • Azienda ULSS n. 5 Polesana: dieci posti;
  • Azienda ULSS n. 6 Euganea: trenta posti;
  • Azienda ULSS n. 7 Pedemontana: quindici posti;
  • Azienda ULSS n. 8 Berica: quindici posti;
  • Azienda ULSS n. 9 Scaligera: venticinque posti;
  • Azienda ospedale-universita’ Padova: dieci posti;
  • Azienda ospedaliera universitaria integrata Verona: venti posti;
  • Istituto oncologico Veneto IRCCS: quattro posti;
  • Azienda Zero: un posto.

Attenzione: in sede d’iscrizione al concorso i candidati dovranno indicare una sola azienda per la quale intendono concorrere, senza possibilità di modificare tale indicazione.

I requisiti per partecipare

Per partecipare al concorso bisogna soddisfare una serie di requisiti, sia generali che specifici. In primo luogo è necessario:

  • essere in possesso della cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Unione europea. In alternativa, possono partecipare i familiari dei cittadini italiani o di un Paese dell’Unione europea, purché siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. Possono candidarsi anche i cittadini di Paesi terzi titolari di permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato, ovvero dello status di protezione sussidiaria.
  • essere idonei alle mansioni specifiche del profilo professionale. Tale requisito verrà accertato attraverso la visita medica preventiva all’ammissione;
  • avere un’età inferiore a quella prevista dall’ordinamento vigente per il collocamento a riposo d’ufficio (67 anni);
  • non essere stati esclusi dall’elettorato attivo e non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso le pubbliche amministrazioni, oppure licenziati a decorrere dall’entrata in vigore del primo contratto collettivo, ai sensi dell’art. 2, comma 2, del D.P.R. n. 220 del 27/3/2001.

Come requisito specifico, invece, l’Azienda si limita a indicare il titolo di studio: nel dettaglio, possono partecipare coloro che hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado.

Le prove di concorso

Il concorso dovrebbe prevedere inizialmente una prova preselettiva: sarà l’Amministrazione a decidere il da farsi tenendo conto del numero di candidati iscritti.

Tale prova potrà consistere nella risoluzione di un test strutturato su una serie di domande a risposta multipla, con oggetto materie attinenti al profilo professionale messo a concorso.

Dopodiché, i candidati che verranno ammessi al concorso dovranno sostenere:

  • una prova scritta consistente in quesiti a risposta multipla, risposta sintetica, o una combinazione di entrambe, vertenti su elementi di diritto amministrativo, diritto sanitario, legislazione sanitaria nazionale e regionale, organizzazione del Sistema sanitario regionale, organizzazione aziendale, contabilità economico-patrimoniale, principi generali in materia di disciplina del rapporto di lavoro pubblico nel SSN, protezione dei dati, obblighi di pubblicità, trasparenza, corruzione, tutela della salute nei luoghi di lavoro, legislazione in tema di appalti di lavori, servizi e forniture delle Pubbliche Amministrazioni.
  • prova pratica vertente tecniche specifiche o relativa alla predisposizione di documenti e atti amministrativi connessi alla qualificazione professionale richiesta sugli argomenti della suddetta prova scritta;
  • prova orale in cui verranno approfondite le materie della prova scritta e pratica, nonché sarà accertata la conoscenza della lingua inglese e dell’utilizzo di apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse.

A concorrere al risultato finale anche la valutazione dei titoli, di cui potete approfondire i punteggi nel bando in allegato.

Invio della domanda di partecipazione

Per inviare la domanda d’iscrizione al concorso c’è tempo fino al 27 ottobre (ore 18): la scadenza è inderogabile, come pure le modalità per l’invio della stessa. Questa, infatti, andrà prodotta online, utilizzando il form che trovate cliccando qui.

Per partecipare è poi necessario, entro la scadenza del bando, farsi carico del pagamento di un contributo spese del valore di 15,00 euro.

Bando di concorso - Azienda Zero
Clicca qui per scaricare il bando di concorso con tutte le istruzioni su requisiti, prove e domanda di partecipazione.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo