Concorso per ispettori scolastici, bando Miur in arrivo: requisiti e info generali

Nuovo concorso per ispettori scolastici: 25 posti da Dirigente Tecnico nel prossimo bando del Miur. Assunzione a partire dal 2021.

Concorso per ispettori scolastici, bando Miur in arrivo: requisiti e info generali

Il Miur è alla ricerca di 25 nuovi ispettori scolastici che verranno reclutati tramite un nuovo concorso: è quanto si evince dalla bozza del decreto salva-precari, lo stesso in cui si parla di concorsi per insegnanti della scuola secondaria, che nei prossimi giorni sarà al vaglio del Consiglio dei Ministri.

Come noto, l’ispettore scolastico è colui che ricopre la funzione ispettiva all’interno delle strutture scolastiche; è conosciuto anche con il nome di Dirigente Tecnico, il quale si occupa di controllare - in maniera del tutto imparziale - l’operato del Dirigente Scolastico e la gestione che questo fa della scuola.

È chiara quindi l’importanza del Dirigente Tecnico (o per l’appunto dell’ispettore scolastico): incrementare la validità, così come la qualità, del servizio scolastico.

Oggi sono 55 gli ispettori scolastici operativi, ma il Miur ha deciso di aumentare questo numero portandolo ad 80 entro i prossimi anni. Ecco perché nel decreto salva-precari viene autorizzato un nuovo concorso pubblico - che sarà per titoli e per esami - per il reclutamento di altri 25 Dirigenti Tecnici.

Le prove verranno completate in tempo per permettere la stabilizzazione nel nuovo ruolo entro il gennaio del 2021.

Concorso ispettori scolastici: chi può partecipare

Sono diversi i profili professionali che possono candidarsi per il ruolo di Dirigente Tecnico nelle scuole. Nel dettaglio, questo concorso è riservato sia ai dirigenti scolastici che agli insegnanti, per ogni ordine e grado.

Vi può partecipare, quindi, sia chi insegna nella scuola dell’infanzia che coloro che lo fanno nella primaria e nella secondaria (di I e di II grado). Il concorso è aperto anche ai rettori dei convitti nazionali, ai presidi e agli insegnanti dei conservatori di musica e a quelli dell’accademia delle belle arti.

Requisito basilare è l’essere in possesso di un diploma di laurea ma non sarà il solo; sarà richiesta anche una notevole esperienza nel ruolo. Anche se non è ancora stato specificato il numero esatto, infatti, l’anzianità complessiva di effettivo servizio di ruolo dovrebbe essere di un numero di anni considerevole (nell’ultima selezione furono richiesti 9 anni nel ruolo).

Se anche per il prossimo concorso dovessero essere pari a 9 il minimo di anni di servizio necessari ai fini della partecipazione alla selezione, i potenziali candidati sarebbero circa mezzo milione tra insegnanti e DS.

Concorso ispettori scolastici: cosa sarà importante sapere

Vista l’importanza del ruolo, ma anche per i pochi posti a disposizione, il concorso per ispettori scolastici sarà particolarmente complicato da superare. Nel dettaglio, i candidati dovranno dare prova di avere un grado di preparazione elevato nelle seguenti materie (ma non solo):

  • Legislazione europea (Sistema Europeo dell’Istruzione e della Formazione);
  • Sistema scolastico italiano;
  • Gestione della scuola autonoma;
  • CLIL;
  • Obbligo di istruzione e obbligo formativo;
  • Valutazione degli apprendimenti degli alunni;
  • Sistema Nazionale di Valutazione;
  • BES e didattica alunni stranieri;
  • La comunicazione nella scuola;
  • Diritto amministrativo;
  • Contabilità scolastica;
  • Gestione della privacy.

Il concorso dovrebbe essere strutturato con una prova preselettiva, più tre scritti e un orale; utilizziamo il condizionale perché la certezza si avrà solamente con l’approvazione dell’apposito decreto ministeriale.

Un concorso difficile, ma per una posizione che - è inutile nasconderlo - fa gola a molti sia per il prestigio che per lo stipendio percepito (che supera persino quello del Dirigente Scolastico).

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Concorsi pubblici

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.