Concorso Guardia Forestale in Sicilia: bando atteso per la fine dell’anno per 170 assunzioni

Antonio Cosenza

28 Novembre 2020 - 12:50

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Nuove assunzioni annunciate dalla Regione Sicilia: dopo anni di immobilismo ecco il concorso per 170 guardie forestali.

Concorso Guardia Forestale in Sicilia: bando atteso per la fine dell'anno per 170 assunzioni

Concorsi pubblici: in Sicilia si avvicina la pubblicazione del bando per l’assunzione di 170 guardie forestali.

Come noto, in Italia non esiste più il Corpo Forestale dello Stato, accorpato nei Carabinieri: una decisione che ha generato un contenzioso che ancora oggi va avanti (tanto da essere arrivato di fronte alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo). C’è un corpo forestale, però, che non è stato compreso nell’accorpamento: si tratta appunto del Corpo forestale della Regione Siciliana, un corpo tecnico di polizia a ordinamento civile, dipendente dall’Assessorato del territorio e dell’ambiente che nell’isola svolge funzioni e competenze che nel resto d’Italia sono di competenza dei Carabinieri Forestali.

Ed è proprio per il Corpo forestale della Regione Siciliana che si prepara ad assumere dopo 25 anni di immobilità. A darne l’annuncio è il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, il quale ha dato notizia dell’approvazione da parte della giunta del disegno di legge governativo che prevede la copertura finanziaria per l’assunzione di circa 170 agenti nel Corpo forestale.

Un annuncio che segue a quanto già comunicato in estate, quando erano state annunciate 50 assunzioni nel Corpo delle guardie forestali, un numero però insufficiente per risolvere i problemi strutturali di quest’organo. Era il momento di prendere una “decisione epocale”, che consente di “restituire finalmente efficienza operativa al Corpo delle guardie forestali” che oggi contano solamente 31 unità (di cui solamente 26 sono operative).

Concorso Forestali Regione Sicilia: informazioni generali su requisiti e mansioni

Sono diverse le attività destinate ai forestali. Ad esempio, queste si occupano del controllo degli ingressi in Sicilia, come pure su eventuali speculazioni, caro prezzi e frodi agroalimentari. È a questi che compete il compito di prevenire gli incendi.

Tuttavia, negli ultimi anni - complice il blocco delle assunzioni - il corpo del Corpo Forestale della Regione Sicilia è stato determinato da una cronica carenza di personale e dal suo invecchiamento. E mentre a livello nazionale è stato deciso di portare il Corpo forestale alla sua estinzione, in Sicilia è stata rilevata la necessità di disporre una polizia ambientale agile ed efficiente, “capace di vigilare e tutelare l’immenso e ricco patrimonio naturalistico siciliano”.

Ebbene, la riqualificazione e il rafforzamento degli organici della Forestale regionale consente di “mantenere alta la soglia dell’attenzione”, al fine di prevenire fenomeni di sfruttamento improprio o abusi, come pure sulla “piaga degli incendi boschivi”.

A tal proposito, la Regione Sicilia si è detta pronta a bandire il concorso già entro la fine del 2020. Ovviamente le prove si terranno solamente nel 2021, in quanto oggi le prove sono bloccate per effetto delle restrizioni introdotte causa Covid; fatto sta comunque che è in arrivo un’opportunità di lavoro che sarà rivolta a tutti i giovani, residenti in Sicilia e non solo.

I requisiti non sono stati ancora ufficializzati ma molto probabilmente non si discosteranno molto da quelli che erano previsti a livello nazionale. Quindi dovrebbe esserci un limite di età che dovrebbe attestarsi tra i 25 e i 26 anni, mentre come titolo di studio dovrebbe esserci l’obbligo del diploma.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories