Concorsi Agenzia delle Dogane per 1.226 posti: pubblicati i bandi. Requisiti e come fare domanda

Due maxi concorsi dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli per 1.226 posti cui potranno partecipare diplomati e laureati. I bandi sono stati pubblicati da qualche ora. Ci sono 30 giorni di tempo per la domanda

Concorsi Agenzia delle Dogane per 1.226 posti: pubblicati i bandi. Requisiti e come fare domanda

Due concorsi presso l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per 1.226 assunzioni riservate a diplomati e laureati. I due bandi sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia nella giornata odierna.

Si tratta dunque di due bandi che fanno riferimento a due distinti concorsi presso l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per reclutare figure professionali tra diplomati e laureati.

A stabilirlo il decreto fiscale che ha accompagnato la Legge di Bilancio 2020 e sebbene i concorsi pubblici abbiano subito diversi ritardi a causa dell’emergenza Covid, l’obiettivo dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli sarebbe quello di assumere entro il 2021 e di conseguenza provvedere alle selezioni per le nuove assunzioni in tempi non troppo lunghi.

D’altronde, come annunciato dalla ministra della PA Fabiana Dadone i concorsi pubblici avverranno in modo decentrato proprio per far fronte all’emergenza.

Vediamo dai bandi per i concorsi presso l’Agenzia delle Dogane come sono divisi i 1.226 posti per le assunzioni di diplomati e laureati, requisiti e come fare domanda.

Concorsi Agenzia delle Dogane: i bandi

I concorsi all’Agenzia delle Dogane in arrivo prevedono 1.266 assunzioni per diverse figure professionali, funzionari e impiegati, e sono rivolti a laureati e diplomati. I due concorsi pubblici fanno riferimento come abbiamo anticipato a due bandi:

  • uno per 766 posti terza area, fascia retributiva F1 di cui: 456 da inquadrare nel profilo professionale di funzionario doganale; 160 nel profilo professionale di ingegnere; 150 nel profilo professionale di chimico;
  • l’altro per 460 posti nella seconda area, fascia retributiva F3, con il profilo professionale di assistente doganale, presso gli uffici centrali e periferici dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Si cercano laureati per la prima selezione e in particolare esperti in relazioni internazionali, ma anche ingegneri, architetti, chimici, esperti informatici, analisti dei mercati; diplomati invece per assistente doganale. Le assunzioni sono a tempo indeterminato e dovrebbero coprire le diverse sedi dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in Italia.

I posti per entrambi i concorsi presso le Agenzie delle Dogane sono divisi per codice ciascuno riferito una figura professionale e che i bandi in allegato riportano in modo chiaro ed esaustivo.

Concorsi Agenzia delle Dogane e dei Monopoli
Bando per 460 posti per diplomati.
Concorsi Agenzia delle Dogane e dei Monopoli
Bando per 766 posti per laureati.

Concorsi Agenzia delle Dogane: requisiti

Vediamo nel dettaglio per i concorsi all’Agenzia delle Dogane, al di là della laurea richiesta per ciascun codice di concorso consultabile in modo dettagliato nel bando per 766 posti, quali sono i requisiti generali previsti dai due bandi per partecipare alle selezioni.

I candidati per entrambi i concorsi dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea, oppure titolarità di uno degli altri status previsti dall’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001 (per i dettagli consultare il bando);
  • idoneità fisica all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero dichiarati decaduti o licenziati da un impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito lo stesso mediante presentazione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici o, in ogni caso, per reati contro la pubblica amministrazione o per reati aventi come soggetto passivo la pubblica amministrazione;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei confronti del servizio di leva, secondo la normativa applicabile.

Concorsi Agenzia delle Dogane: le prove

Per i concorsi alle Agenzie delle dogane le prove sono tre. Per i 766 posti per laureati sono così divise:

  • preselettiva (eventuale);
  • due prove scritte;
  • prova orale.

Per i 460 posti per diplomati le prove del concorso sono:

  • una prova preselettiva (eventuale);
  • una o due prove scritte in relazione al codice di concorso per cui si partecipa;
  • una prova orale o teorico pratica in relazione al codice di concorso per cui si partecipa.

La prova preselettiva in entrambi i casi si tiene qualora il numero dei candidati per ciascun codice di concorso sia pari o superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso. Si tratterebbe tuttavia in un test a risposta multipla nel caso dei 766 posti le domande sono 60, per i 460 sono invece 50 con tre opzioni di risposta di cui solo una e corretta.

A ciascuna risposta è attribuito il seguente punteggio: risposta esatta: +1 punto; risposta non data o risposta multipla o non valida: 0 punti; risposta errata: -0,33 punti.

Le comunicazioni relative alle date e alle sedi, anche decentrate, di svolgimento della prova preselettiva saranno rese note tramite avviso pubblicato sul sito internet dell’Agenzia il 1° dicembre 2020. Tale pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti. Anche le successive comunicazioni verranno date al medesimo indirizzo. Vediamo ora come fare domanda per i concorsi all’Agenzia delle Dogane.

Come fare domanda per i concorsi all’Agenzia delle Dogane

La domanda per i concorsi all’Agenzia delle Dogane va presentata in via telematica sul sito della stessa a un link che sarà attivo dalla mezzanotte del 7 ottobre, fra qualche ora quindi.

Nei bandi infatti si legge che la domanda va presentata entro le ore 23.59 del trentesimo giorno solare, decorrente dal giorno successivo a quello di pubblicazione del bando sul sito internet dell’ Agenzia e del relativo avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale Concorsi ed esami, quindi se i conti sono giusti entro il 6 novembre. L’avviso non è ancora in Gazzetta, ma dal momento che il link sarà attivo fra qualche ora immaginiamo che sarà a breve online.

I candidati ai concorsi devono utilizzare per l’accesso alla piattaforma telematica una delle seguenti modalità:

  • la propria Tessera Sanitaria – Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).

La ricevuta d’invio della domanda a riscontro delle dichiarazioni rese sarà inviata sia all’indirizzo PEC fornito sia al secondo indirizzo non PEC indicato dal candidato nella domanda di partecipazione ai concorsi presso l’Agenzia delle Dogane. Nella domanda il candidato dovrà inserire i dati anagrafici, recapiti e dichiarare di essere in possesso dei requisiti previsti dal bando di riferimento.

Per la partecipazione ai concorsi per l’Agenzia delle Dogane i candidati dovranno anche pagare un contributo per le spese di segreteria pari a 10,33 euro mediante bonifico secondo le coordinate bancarie indicate da ciascun bando. Il contributo non è rimborsabile.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories