Come risparmiare con i bonus nel 2022

Rosaria Imparato

20/09/2022

20/09/2022 - 14:40

condividi

Bollette che aumentano e inflazione che fa salire i prezzi di tutto: vediamo come risparmiare usando i bonus in vigore nel 2022.

Come risparmiare con i bonus nel 2022

Uno dei modi per risparmiare è usare i bonus in vigore nel 2022. Tra le misure confermate di anno in anno e quelle introdotte dalla legge di Bilancio, è possibile usare sia vecchie che nuove, e avere così un maggiore risparmio durante questi mesi caratterizzati da aumenti non solo delle bollette, ma un caro vita generalizzato.

Dall’affitto ai lavori in casa, passando per il credito d’imposta bici e monopattini, vediamo quali sono i bonus da poter usare e risparmiare in vari ambiti.

Bonus affitto: come risparmiare sulla locazione

Una delle novità fiscali della Legge di Bilancio 2022 è la possibilità di portare in detrazione il costo dell’affitto per i contratti di abitazioni principali (sia l’intera unità immobiliare che una sola porzione), purché non sia l’abitazione principali dei genitori.

L’agevolazione è destinata ai giovani tra i 20 e i 31 anni non compiuti con un reddito complessivo non superiore a 15.493,71 euro.

Il bonus viene applicato come detrazione dall’imposta lorda pari al 20% dell’ammontare del canone d’affitto pagato, con un tetto massimo per la detrazione fissato dalla bozza della Legge di Bilancio in 2.400 euro.

Risparmiare sui lavori in casa con i bonus edilizi 2022

Per chi deve fare lavori in casa un modo per risparmiare è ricorrere ai bonus edilizi. Per il 2022 le novità riguardano solo:

  • il bonus facciate, la cui aliquota di detrazione è scesa dal 90 al 60%;
  • la soglia di spesa massima per il bonus mobili, che è scesa a 10mila euro.

Discorso a parte per il superbonus 110%, la cui normativa è stata modificata moltissime volte nel corso di quest’anno. La scadenza è stata prorogata dalla legge di Bilancio 2022 con aliquota «piena» al 110% fino al 2023. L’aliquota poi scenderà in modo progressivo fino al 2025.

Bonus prima casa under 36: risparmiare sulle tasse fino al 31 dicembre 2022

Nel 2022 sarà possibile continuare a risparmiare anche sull’acquisto della prima casa, usufruendo della proroga del bonus per gli under 36. L’agevolazione prevede l’esonero dal pagamento di alcune imposte al momento dell’acquisto, come:

  • l’esenzione dall’imposta di registro, ipotecaria e catastale;
  • cancellazione delle imposte di bollo e dei tributi catastali speciali;
  • il riconoscimento di un credito d’imposta in caso di acquisto soggetto a IVA.

In caso di vendita soggetto Iva, è invece attribuito un credito d’imposta di ammontare pari all’imposta corrisposta in relazione all’acquisto. In questo caso però restano il bollo, le tasse ipotecarie e i tributi catastali (per un totale di 320 euro).

Il bonus spetta a chi ancora non ha compiuto 36 anni nell’anno del rogito e ha un Isee inferiore a 40.000 euro.

Bonus bici e monopattini per risparmiare sulla rottamazione

Con la pubblicazione del decreto attuativo MEF del 21 settembre in Gazzetta Ufficiale il 29 ottobre 2021 si torna a parlare di bonus bici e monopattini. Si tratta del bonus introdotto dal decreto Rilancio e consiste in un credito d’imposta per le persone fisiche che hanno acquistato un veicolo (nuovo o usato) a bassa emissione di Co2 e allo stesso tempo hanno rottamato un’altra vettura.

Il credito d’imposta è valido per le spese sostenute dal 1° agosto al 31 dicembre 2020 per l’acquisto di:

  • monopattini elettrici;
  • biciclette elettriche o muscolari;
  • abbonamenti al trasporto pubblico;
  • servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile.

Il bonus può essere utilizzato entro tre anni, a partire dal 2020, nei limiti di spesa previsti fino a un massimo di 750 euro.

Bonus trasporti per risparmiare sugli abbonamenti dei mezzi pubblici

Il bonus trasporti consiste in un buono che può essere pari fino al 100% della spesa da sostenere ed è riconosciuto, in ogni caso, fino a un massimo di 60 euro per ciascun beneficiario. Il buono serve a coprire l’acquisto fatto entro il 31 dicembre 2022 di un solo abbonamento. Sono compresi gli abbonamenti annuali, mensili o relativi a più mensilità, e può iniziare la sua validità anche in un periodo successivo.

Il bonus trasporti può essere richiesto da tutti i cittadini che utilizzano i trasporti pubblici e acquistano gli abbonamenti purché nell’anno 2021 abbiano dichiarato un reddito personale inferiore ai 35.000 euro. Inoltre, chi richiede il bonus deve avere attivo un abbonamento oppure dovrà sottoscriverlo.

La domanda per il bonus trasporti si potrà fare a partire da settembre, direttamente sul portale www.bonustrasporti.lavoro.gov.it del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Per inoltrare l’istanza bisognerà essere in possesso delle credenziali Spid o Cie. La domanda può essere presentata da settembre ed entro il 31 dicembre 2022 (o fino a esaurimento delle risorse stanziate).

Bonus psicologo fino a 600 euro

Il bonus psicologo consiste in un contributo fino a un massimo di 600 euro per pagare sessioni di psicoterapia presso specialisti privati regolarmente iscritti all’albo degli psicoterapeuti. Il contributo viene parametrato in base all’Isee, in modo da sostenere le persone in difficoltà economica:

  • 600 euro con Isee fino a 15mila;
  • 400 euro con Isee tra 15mila e 30mila euro;
  • 200 euro con Isee tra 30 e 50mila euro.

I richiedenti assegnatari del contributo avranno uno sconto in fattura fino a un massimo di 50 euro a seduta. Sarà poi l’Inps a rimborsare i professionisti che hanno aderito all’iniziativa entro il mese successivo a quello di emissione della fattura, con accredito diretto sull’Iban fornito in fase di accreditamento.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.