Come pagare il ticket sanitario online?

Simone Micocci

17 Novembre 2017 - 15:20

condividi

Da qualche tempo il ticket sanitario può essere pagato anche online; non tutte le Regioni però hanno scelto la stessa modalità di pagamento.

Come pagare il ticket sanitario online?

Il ticket sanitario si può pagare anche online?

Una domanda che si pongono in molti, specialmente chi vuole evitare di dover stare per molte ore in fila per pagare il ticket negli sportelli presenti nelle strutture ospedaliere.

Senza contare poi che da qualche tempo a questa parte in molti ospedali sono stati introdotti dei macchinari per il pagamento automatico del ticket; peccato che il più delle volte si impiegano diversi minuti per il riconoscimento del codice fiscale con la conseguente perdita della pazienza da parte dell’interessato che è costretto a chiedere l’aiuto di qualche addetto ai lavori per completare l’operazione.

Ecco perché - nelle Regioni dove è possibile - è consigliabile pagare il ticket sanitario nella modalità online, così una volta arrivati in ospedale non dovrete far altro che recarvi alla visita medica per la quale avete l’appuntamento.

Bisogna ricordare però che il pagamento del ticket sanitario - la tassa di compartecipazione che i cittadini devono pagare per ricevere alcune prestazioni sanitarie - è gestito direttamente dalla Regione di appartenenza. Ecco perché anche le modalità con le quali pagare online questo contributo alla spesa pubblica cambiano a seconda della zona di residenza.

Di seguito proveremo a fare chiarezza su quali Regioni hanno sviluppato un sistema che permette di pagare il ticket sanitario online, indicando i canali a disposizione per il pagamento. Quindi se non volete perdere tempo in ospedale - dove tra l’altro la percentuale di commettere un errore è più alta - e volete pagare il ticket con tutta calma direttamente da casa vostra, vi consigliamo di continuare a leggere.

Il ticket sanitario si paga online

Da qualche anno le Regioni hanno cominciato ad adattarsi all’innovazione tecnologica che ha coinvolto l’intera Pubblica Amministrazione, con l’obiettivo di semplificare il più possibile rapporto del cittadino con la burocrazia.

Ecco perché nella totalità delle Regioni italiane - o quasi - è possibile pagare il ticket sanitario online, ma non solo. Adeguandosi alla digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, infatti, le amministrazioni regionali hanno sviluppato dei sistemi informatici grazie ai quali i cittadini possono persino prenotarsi per un controllo.

Nel dettaglio, il ticket online si può pagare nelle seguenti Regioni:

  • Valle D’Aosta;
  • Piemonte;
  • Liguria;
  • Lombardia;
  • Trentino Alto Adige (ma solo nella provincia autonoma di Trento);
  • Veneto;
  • Friuli Venezia-Giulia;
  • Emilia Romagna;
  • Toscana;
  • Marche;
  • Umbria;
  • Lazio;
  • Abruzzo;
  • Campania;
  • Basilicata;
  • Calabria;
  • Puglia;
  • Sicilia;
  • Sardegna.

Tuttavia le modalità di pagamento variano a seconda della Regione di interesse, poiché non tutte le amministrazioni hanno aderito agli stessi programmi. Analizziamoli caso per caso.

Come pagare il ticket sanitario online

Come abbiamo appena visto, nel Trentino Alto-Adige si può pagare il ticket online solo per le strutture sanitarie che si trovano nella provincia autonoma di Trento. Nel dettaglio, per pagare la tassa ci si deve connettere alla piattaforma “Trec-Cartella Clinica del Cittadino”, e inserire le proprie credenziali.

Ma il ticket sanitario in molte Regioni si paga direttamente sul sito di Poste Italiane, grazie al servizio “PosteSalute”. Si accede al servizio utilizzando le stesse credenziali ottenute con la registrazione a Poste.it mentre i mezzi di pagamento accettati sono:

  • carta di credito;
  • accredito BancoPosta;
  • Postepay.

Un servizio comodo e veloce da usare, che permette di risparmiare molto tempo. Si può utilizzare, però, solamente per le Regioni che hanno aderito, quali:

  • Abruzzo;
  • Basilicata;
  • Campania;
  • Emilia-Romagna;
  • Sardegna;
  • Sicilia;
  • Toscana;
  • Umbria.

Per le Asl che si trovano nella Regione Lazio, invece, si può utilizzare il servizio Pagaonline
. Un portale simile c’è anche nell’Emilia Romagna (che ricordiamo è anche tra gli aderenti di PosteSalute) e si chiama Pagonlinesanita.it. In Toscana abbiamo Iris, per l’Umbria il Cup Onlinementre per la Liguria Ticket Web.

Infine ci sono delle Asl dove è possibile pagare tramite il bonifico, che si può fare online direttamente dal proprio conto corrente.

Prima di concludere ci preme ricordare che non tutti sono obbligati a pagare il ticket; ci sono infatti delle condizioni che giustificano l’esonero del contributo. Per tutte le informazioni in merito - e per capire se dovete pagarlo o no - vi consigliamo di leggere la nostra guida dedicata all’esenzione del ticket sanitario.

Argomenti

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO