Come diventare finanziere: guida al reclutamento della Guardia di finanza

Simone Micocci

11 Aprile 2022 - 15:19

condividi

Come entrare nella Guardia di finanza: la guida con le informazioni su iter da seguire e requisiti per chi sogna d’indossare la divisa da finanziere.

Come diventare finanziere: guida al reclutamento della Guardia di finanza

Per entrare nella Guardia di finanza, e diventare finanziere, c’è un iter - formativo e non solo - ben definito da seguire.

Chi sogna di arruolarsi nelle Forze armate, e in particolare di farlo nel corpo di polizia a ordinamento militare della Guardia di finanza - con competenza generale in materia economica e finanziaria - deve sapere che così come per lavorare in qualsiasi comparto della pubblica amministrazione è richiesto il superamento di un concorso pubblico per diventare finanziere e che, a seconda della qualifica bisogna rispettare dei requisiti in termini di età e percorso di studi.

Ricordiamo, infatti, che nei concorsi per le forze armate e di polizia è lecito prevedere un limite di età in quanto la giurisprudenza lo ha ritenuto necessario vista la particolare natura del servizio che verrà svolto, per il quale è necessaria una determinata prestanza fisica e prontezza di riflessi.

Di seguito ci concentreremo sui requisiti previsti per entrare nella Guardia di finanza, utili per chi sogna d’indossare la divisa da finanziere, come pure su qual è l’iter da seguire per l’arruolamento.

Requisiti per diventare finanziere

Come anticipato, il reclutamento di personale nel Corpo della Guardia di Finanza avviene esclusivamente previo superamento di concorsi pubblici, periodicamente pubblicati. I bandi riguardano le seguenti tre categorie:

  • ufficiali;
  • ispettori;
  • finanzieri.

A seconda della qualifica per la quale si concorre, dunque, ci saranno dei requisiti specifici da soddisfare. In generale, comunque, possono entrare nella Guardia di finanza solamente coloro che:

  • sono cittadini italiani;
  • godono dei diritti civili e politici;
  • non sono stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione.

Per quanto riguarda i limiti di età, questi come detto in precedenza variano in base alla categoria per cui si concorre. Nel dettaglio:

  • ammissione in Accademia di ufficiali del ruolo normale: sia per il comparto ordinario che per quello aeronavale è richiesta un’età non inferiore ai 17 anni e non superiore ai 22 anni (non compiuti);
  • Ufficiali del ruolo tecnico-logistico-amministrativo: età non superiore ai 35 anni;
  • allievi ispettori: età non inferiore ai 17 anni, mentre non bisogna aver compiuto i 26 anni;
  • allievi finanzieri: età non inferiore ai 18 anni e non superiore ai 26 anni.

Il limite di età viene però innalzato per coloro che hanno svolto il servizio militare, per un periodo pari all’effettivo servizio militare prestato, per un periodo comunque non superiore ai 3 anni.

Dunque, chi ha superato il limite di età non potrà prendere parte ai concorsi validi per il reclutamento nella Guardia di Finanza. Lo stesso vale per chi non ha il titolo richiesto, che a seconda dei casi è:

  • Accademia di allievi ufficiali del ruolo normale e aeronavale: diploma d’istruzione secondaria di secondo grado (maturità), il quale può essere conseguito anche nell’anno in cui si prende parte al concorso;
  • Ufficiali del ruolo tecnico-logistico-amministrativo: diploma di laurea, specialista o magistrale, in una delle discipline attinenti alla specializzazione per la quale si concorre;
  • allievi ispettori: diploma d’istruzione secondaria di secondo grado, maturità, conseguibile anche nell’anno in cui si prende parte al concorso;
  • allievi finanzieri: in questo caso è sufficiente il diploma d’istruzione secondaria di primo grado, ossia la licenza media.

È necessario poi soddisfare dei requisiti psico-fisici. Ad esempio, ci sono delle imperfezioni che causano l’esclusione dal concorso, le quali sono riassunte nel documento recante “norme generali per l’accertamento dell’idoneità al servizio nella Guardia di Finanza”. Nei vari bandi di concorso, poi, ci potrebbero essere dei requisiti specifici da dover soddisfare.

Come prendere parte a un concorso per la Guardia di finanza

Chi ne soddisfa i requisiti, dunque, ha tutte le carte in regola per poter partecipare ai concorsi banditi dal ministero dell’Economia e delle Finanze, organo da cui la Guardia di Finanza dipende.

Gli appositi bandi di concorso vengono pubblicati in Gazzetta ufficiale, per un numero di posti variabile a seconda di quelle che sono le necessità. Bisognerà attenersi a quanto indicato dal bando di concorso per quel che riguarda l’invio della domanda, la quale andrà presentata telematicamente ed entro la data di scadenza. A tal proposito, da qualche tempo ormai per poter prendere parte ai concorsi pubblici viene richiesto il possesso dell’identità Spid e di un indirizzo di posta elettronica certificata (pec).

Cosa studiare per i concorsi per la Guardia di finanza

Le materie cambiano a seconda di quello che è il profilo ricercato dal bando. Intanto, per ogni concorso indetto dal Corpo, ma esclusivamente per la prova preselettiva, è disponibile una banca dati da cui vengono estratti i questionari somministrati ai candidati, e già da questa si possono trarre le informazioni basilari su quelli che sono gli argomenti oggetto del concorso.

Solitamente, comunque, i concorsi vertono perlopiù su domande di cultura generale, con quesiti volti anche ad accertare la conoscenza della lingua inglese e informatica.

Per prepararsi è possibile acquistare dei manuali realizzati ad hoc per ogni concorso, o in alternativa è possibile iscriversi a una scuola di preparazione ai concorsi pubblici (accertatevi che ci siano esperti in reclutamento nella Guardia di finanza).

Come diventare atleta della Guardia di finanza

Sempre superando un apposito concorso pubblico, è possibile accedere al Corpo della Guardia di finanza con il profilo di atleta finanziere. Nel dettaglio, le procedure di selezione per allievi finanzieri atleti è riservata a coloro che svolgono attività agonistica nelle seguenti discipline:

  • atletica leggera
  • judo
  • tiro a segno
  • tiro a volo
  • Scherma
  • canoa
  • canottaggio
  • sci
  • biathlon
  • salto con gli sci
  • combinata nordica
  • bob
  • pattinaggio su ghiaccio

Per ogni disciplina ci sono poi delle specialità sportive, come consultabile dal sito della Guardia di Finanza. Va detto, poi, che anche per diventare atleti finanzieri serve soddisfare un requisito anagrafico. Nel dettaglio, possono prendere parte a questo tipo di arruolamenti coloro che alla data del 30 giugno dell’anno di riferimento:

  • discipline sportive tiro e vela: hanno compiuto i 17 anni e non superati i 35 anni;
  • discipline sportive atletica leggera, judo, nuoto, tuffi, scherma, sci, biathlon, salto con gli sci, combinata nordica, bob e pattinaggio su ghiaccio, canoa e canottaggio: hanno compiuto i 17 anni e non superati i 26 anni.

Anche in questo caso vale la possibilità d’incremento del limite di età per coloro che hanno prestato servizio militare. In tal caso il limite è innalzato per un periodo pari all’effettivo servizio militare prestato, ma per non più di 3 anni.

Iscriviti a Money.it