Cloud, Amazon dichiara guerra al Pentagono

L’azienda fondata da Jeff Bezos è pronta a presentare ricorso contro la decisione di assegnare la maxi-commessa relativa i servizi di Cloud Computing a Microsoft.

Cloud, Amazon dichiara guerra al Pentagono

La decisione del Pentagono di stipulare il maxi contratto di Cloud Computing da 10 miliardi di dollari con Microsoft è stata presa all’insegna della faziosità ed è stata influenzata politicamente.

A dirlo è un portavoce di Amazon, preannunciando un ricorso contro l’assegnazione della commessa da parte del Dipartimento della Difesa.

Trump vs Bezos si sposta sul Cloud

È risaputo che tra il presidente statunitense Donald Trump e il numero uno di Amazon Jeff Bezos non scorra buon sangue.

Anzi, per dirla tutta, il proprietario del Washington Post rappresenta uno dei nemici giurati del tycoon.

Secondo l’azienda di Seattle, la preferenza accordata a Microsoft è dovuta proprio alle pressioni presidenziali per svantaggiare il suo acerrimo nemico.

Amazon: lacune evidenti nella gara per il Cloud Computing

Secondo un portavoce di Amazon, sarebbero state riscontrate “lacune evidenti in numerosi aspetti del processo di valutazione del contratto, errori e pregiudizi inequivocabili«. “È importante che queste questioni siano esaminate e rettificate».

Il contratto JEDI (Defense Department’s Joint Enterprise Defense Infrastructure), della durata di 10 anni, è stato assegnato a Microsoft in modo corretto e senza «influenza esterna», ha ribattuto il segretario alla Difesa Usa, Mark Esper.

Esper si è inoltre detto certo che la gara per i servizi di Cloud Computing sia stata condotta “in modo libero e corretto senza alcun tipo di influenza esterna".

Amazon: AWS ha esperienza unica in Cloud Computing

I dubbi sollevati da Amazon trovano fondamento nelle dichiarazioni rilasciate da Trump qualche mese fa. A metà luglio, l’inquilino della Casa Bianca ha detto di star ricevendo “enormi rimostranze” riguardo il contratto in essere tra Amazon Web Services (AWS) e la Cia.

«AWS può contare su un’esperienza unica e sulle qualità necessarie - ha continuato il portavoce - per fornire all’esercito americano le tecnologie essenziali di cui ha bisogno. Riteniamo che il governo debba assegnare i contratti in modo obiettivo e senza influenze politiche».

Amazon sta quindi preparando un ricordo alla U.S. Court of Federal Claims, a cui già si era rivolta Oracle perché eliminata dalla gara.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Amazon

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \