Chi è Christine Lagarde, la nuova presidente della BCE voluta da Emmanuel Macron?

Sarà Christine Lagarde a sostituire Mario Draghi alla guida della Banca Centrale Europea: la biografia della francese che è stata fortemente voluta a Francoforte da Emmanuel Macron al termine della lunga trattativa sulle nomine UE.

Chi è Christine Lagarde, la nuova presidente della BCE voluta da Emmanuel Macron?

Chi è Christine Lagarde, prossimo presidente BCE?

All’inizio di luglio i leader dei diversi Paesi europei hanno trovato una quadra e hanno finalmente scelto il successore di Mario Draghi che avrà l’arduo compito di pilotare la politica monetaria della zona euro in un momento particolarmente difficile per il blocco.

Dopo il via libera iniziale, martedì 17 settembre è arrivato l’ok del Parlamento UE alla nomina della donna. Per questo è oggi più che mai importante capire chi è Christine Lagarde e perché il nuovo presidente BCE è stato fortemente voluto da Emmanuel Macron?

Chi è Christine Lagarde: biografia

Nata nel 1956 da una famiglia dell’alta borghesia parigina, dopo la laurea in Legge Christine Madeleine Odette Lagarde (nata Lallouette) lavora come stagista per il deputato statunitense William Cohen.

Nel 1981 è ancora negli USA e viene assunta dallo studio legale Baker & McKenzie. La carriera di Lagarde è caratterizzata da una sfilza di primati: nel 1999 è la prima donna a diventare presidente del CdA dello studio legale; nel 2011 è la prima presidentessa del Fondo Monetario Internazionale, e poi ancora la prima donna a dirigere la Banca Centrale Europea.

È stata anche ministro in Francia con due differenti governi. Nel 2005 è nominata ministra del Commercio Estero da Chirac, carica che ricopre per 2 anni. Nel 2007 è per un breve periodo ministra dell’Agricoltura, ma poi Sarkozy la vuole all’Economia.

Come ministra è stata uno dei più longevi del governo repubblicano, fino a che nel 2011 viene chiamata al FMI per sostituire il connazionale Dominique Strauss-Kahn, travolto da uno scandalo sessuale.

Direttore operativo del Fondo Monetario Internazionale dal 2011 (riconfermata nel 2016), Lagarde è stata frequentemente inclusa da Forbes nella classifica delle 100 donne più potenti al mondo. A chi si chiede chi è Christine Lagarde, insomma, potremmo rispondere elencando tutte le cariche di rilievo da essa ricoperte.

Prossimo presidente BCE

Quella di Christine Lagarde è senza dubbio la figura di maggior rilievo tra quelle emerse di recente. Una personalità forte e carismatica che delude chi sperava in un’Europa più debole sul fronte della politica monetaria.

“Sono onorata di essere stata nominata per la presidenza della Banca Centrale Europea”,

ha dichiarato Lagarde in un recente comunicato.

A capo del FMI ha spesso criticato gli squilibri economici interni all’Unione Europea, dal debito pubblico italiano al surplus commerciale della Germania, venendo spesso tacciata di essere una promotrice delle politiche di austerità anche se negli scorsi anni ha ammesso gli errori commessi dalla Troika in merito al caso della Grecia.

Perché Macron ha puntato su di lei

Con la tedesca Ursula von der Leyen designata alla guida della Commissione Europea, l’Eliseo (in una logica di spartizione che riporta noi italiani ai tempi del Partapartito) è riuscito a ottenere la presidenza della Banca centrale Europea.

Christine Lagarde che fino alla nomina è stata il direttore operativo del Fondo Monetario Internazionale, ha ottenuto così il disco verde dal Consiglio Europeo con l’avallo dei sovranisti e la rabbia dei Socialisti, superando per l’incarico la concorrenza del connazionale Francois Villeroy De Galhau attuale governatore della Banca di Francia.

Ecco, insomma, chi è Christine Lagarde, il nuovo presidente della BCE che a breve prenderà le redini della politica monetaria nostrana direttamente dalle mani di Draghi.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Christine Lagarde

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.