Chi controlla il green pass e quando va mostrato

Isabella Policarpio

06/08/2021

11/08/2021 - 08:17

condividi

Chi controlla il green pass, obbligatorio dal 6 agosto, e quando va esibito?

Chi controlla il green pass e quando va mostrato

Chi può controllare il green pass e in quali occasioni è obbligatorio? Dal 6 agosto 2021 partono i controlli e chi ne è sprovvisto rischia multe salate.

Ma quali sono i soggetti che devono controllare che clienti/utenti abbiano il certificato verde? A stabilirlo sono le nuove regole in vigore: gestori di palestre, organizzatori di eventi e concerti, personale nei ristoranti e nelle sale da cerimonie.

Questi - e molti altri - dovranno verificare all’ingresso che le persone in fila abbiano il green pass e confrontarlo con la carta d’identità.

Possono controllare il green pass, inoltre, le Forze dell’ordine (Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza), gli unici a poter comminare le sanzioni ai trasgressori.

Facciamo chiarezza sui soggetti che possono controllare il green pass dal 6 agosto.

Chi controlla il green pass e quando va mostrato

A controllare il possesso e la veridicità del green pass saranno:

  • i pubblici ufficiali;
  • il personale di volo prima di un viaggio;
  • il controllore o autista di autobus, treni e ogni mezzo di trasporto interregionale (a partire da settembre);
  • gli organizzatori di eventi culturali e manifestazioni sportive;
  • i gestori di piscine, palestre e sale giochi;
  • il personale addetto in ristoranti e bar, limitatamente ai clienti che consumano nei tavoli all’interno;
  • i proprietari di luoghi dove si svolgono eventi;
  • i gestori delle strutture sanitarie come le Rsa.

Resta da chiarire chi e come controllerà il green pass a scuola e per studenti universitari, dove l’obbligo entra in vigore a settembre.

Per verificare che il green pass sia valido e non falso, i soggetti adibiti al controllo devono scaricare l’app Verifica C19 con la quale controllare il QR Code. A questo punto, per ultimare il controllo, gestori, organizzatori e ristoratori dovranno confrontare i dati indicati sulla carta d’identità e quelli indicati nel green pass.

Chi controlla il green pass al ristorante?

Al ristorante, come negli altri luoghi in cui il decreto impone l’obbligo del green pass, i controlli avvengono nel modo seguente:

  • il personale adibito al controllo deve verificare il possesso del green pass all’ingresso del locale/evento;
  • il controllo avviene con smartphone o tablet e tramite app VerificaC19;
  • il ristoratore, gestore o altra persona delegata non può chiedere la carta d’identità e verificare la correttezza dei dati, come specificato di recente dal ministro Lamorgese;
  • se il codice è valido, il cliente può entrare e consumare al tavolo, altrimenti dovrà essere allontanato.

Se i soggetti obbligati a controllare il green pass non lo fanno o “chiudono un occhio” rischiano la multa da 400 a 1.000 euro e la chiusura dell’attività fino a 10 giorni.

Argomenti

Iscriviti a Money.it