Che cosa sono gli hedge fund e come investirci?

Redazione

07/03/2022

07/03/2022 - 15:41

condividi

Significato e guida completa degli hedge fund: cosa sono, cosa sapere sul loro utilizzo e tutte le informazioni utili agli investitori sui fondi di investimento speculativi.

Che cosa sono gli hedge fund e come investirci?

Hedge fund: cosa sono? Perché e come investire tramite questi famosi strumenti finanziari?

Volendo offrire una prima e sintetica definizione degli hedge fund, questi sono fondi di investimento speculativi. Essi hanno lo scopo di far fruttare un rendimento maggiore rispetto a quello dell’indice di riferimento, una sorta di surplus chiamato Alpha.

Per arrivare a generare questo extra, però, gli hedge fund, o fondi speculativi, utilizzano diverse strategie, come l’uso di derivati e leve finanziarie sul mercato nazionale e internazionale oppure l’apertura di posizioni corte o lunghe. Il target è uno: avere un rendimento maggiore sia dal punto di vista assoluto sia su uno specifico benchmark di mercato.

Occorre sottolineare che gli hedge fund sono generalmente accessibili soltanto a investitori accreditati dato che richiedono meno limiti SEC rispetto ad altri fondi.

Con queste premesse, di seguito tutti i dettagli sugli hedge fund, sul loro funzionamento e sul perché sono sempre più utilizzati.

Hedge fund: cosa sono? Definizione e significato

Ogni hedge fund è creato per ottenere un vantaggio da opportunità ben individuate sul mercato. Tali fondi di investimento fanno uso di diverse strategie e spesso sono classificati proprio in base al loro stile e al loro rischio.

A livello legale, gli hedge fund si identificano come partnership di investimento private, aperte soltanto a un numero limitato di trader accreditati che richiedono un minimo di investimento iniziale piuttosto elevato.

L’investimento in questi fondi non è difficile da liquidare dato che agli investitori viene spesso richiesto di tenere il denaro nello stesso fondo per almeno un anno (il cosiddetto periodo di lock-up).

I prelievi possono comunque essere effettuati a intervalli di tempo definiti (trimestralmente o semestralmente). Cosa sono gli hedge fund o fondi di investimento e qual è la loro definizione comincia finalmente a essere più chiaro.

Differenza tra hedge fund e normali fondi d’investimento

Una delle peculiarità degli hedge fund è la loro rischiosità, oltre che la tipologia di rendimento cui si riferiscono.

La maggior parte dei fondi comuni, sicav e fondi speculativi, ha come obiettivo quello di «replicare» l’indice di mercato di riferimento, a seconda della tipologia di investimento effettuato. Se, ad esempio, un fondo comune investe in azioni, lo scopo sarà quello di generare un rendimento pari a quello generato dall’indice azionario di riferimento.

A differenza di quelli comuni, gli hedge fund non vogliono replicare il rendimento, ma generarne uno più alto rispetto a quello dell’indice di riferimento.

Questo significa che il rendimento in questione non è in alcun modo correlato con l’indice, ma mira comunque a essere superiore a quello ottenibile in altri fondi che si limitano a replicare quell’indice.

Come già accennato, la differenza sta nel fatto che il gestore del fondo hedge ha lo scopo di far fruttare un rendimento extra rispetto all’indice di riferimento, maggiorato di quello che in gergo viene chiamato Alfa.

Gli hedge funds non hanno inoltre la stessa sicurezza che possono invece avere gli ETF, da molti consigliati per la loro semplicità di gestione.

Tipologie di hedge fund

Esistono diverse tipologie di hedge fund, definite in relazione alle strategie di investimento adottate:

  • Macro Fund: fondo che specula sull’andamento di tassi di interessi, valute o mercati azionari;
  • Arbitrage Fund: fondo che compie operazioni di arbitraggio comprando ad esempio, un titolo negoziato sul mercato X e rivendendolo sul mercato Y speculando così sui diversi valori di quotazione. È la tipologia di hedge fund considerata meno rischiosa;
  • Fondi Equity Hedge: fondi che comprano e vendono allo scoperto titoli azionari sui mercati regolamentati a seconda che si preveda un rialzo o a un ribasso del titolo.

Come accedere agli hedge fund?

Come già accennato in precedenza, accedere agli hedge fund è un’operazione limitata a un numero ristretto di investitori accreditati, ossia individui che possiedono un’ampia conoscenza della materia.

Avere accesso a un hedge fund comporta un investimento minimo iniziale piuttosto consistente, il che significa che oltre a essere accreditati, gli investitori devono avere a disposizione grandi somme su cui lavorare.

Ricordiamo poi che accedere comporta una limitata capacità di liquidare in tempi brevi: il denaro è vincolato nell’hedge fund, in genere, per almeno un anno.

Come si ottiene l’Alfa o rendimento extra oneroso?

Se l’obiettivo dell’hedge fund è quello di ottenere un rendimento maggiore ci si chiede come sia possibile accedere a questo Alfa. Il suo costo molto spesso è piuttosto elevato, come figura già tra le commissioni che il gestore del fondo fa pagare agli iscritti.

Per generare l’Alfa occorre compiere diversi passi tra cui: procurarsi dati economico-finanziari delle aziende, analizzare gli stessi, partecipare a conferenze, sostenere sopralluoghi.

L’Alfa ha anche un costo di produzione, il cosiddetto TER (Total Expense Ratio), in genere corrispondente al 2-3% dell’ammontare totale investito all’interno del fondo. Tale costo è stato spesso additato come esagerato dato che lo scopo iniziale del fondo di investimento è il risparmio.

Hedge funds: quando si genera l’Alfa?

Il grafico (elaborazioni Hedge Funds Research) riferito a qualche anno fa permette di osservare come la performance dei fondi Equity Hedge non abbia rispecchiato gli obiettivi prefissati, non abbia insomma generato il rendimento Alfa.

In blu troviamo l’andamento degli Equity Hedge, mentre in rosso l’andamento dell’indice S&P 500, ossia il mercato azionario statunitense. Il fallimento del fondo in questo caso è evidente: gli Equity Hedge investono prevalentemente in azioni per cui dovrebbero essere non solo completamente non correlati con l’indice di riferimento, ma anche generare un rendimento superiore al suo.

Come si può osservare dal grafico, però, tali hedge fund hanno registrato performance nettamente peggiori rispetto a quelle di mercato, generando quindi un Alfa negativo.

Attenzione, dunque, ad impiegare liquidità nei fondi speculativi hedge fund. Molto più sicuri potrebbero essere gli ETF, che per definizione replicano gli indici di riferimento e garantiscono la trasparenza e l’accesso alle informazioni proprie delle azioni.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.