Cassa integrazione: nuova procedura online. Novità INPS per le plurilocalizzate

Per la cassa integrazione in deroga presto arriverà una nuova procedura online. La novità presentata da INPS con il messaggio del 17 luglio 2020 riguarda le aziende plurilocalizzate che devono richiedere la proroga direttamente all’Istituto.

Cassa integrazione: nuova procedura online. Novità INPS per le plurilocalizzate

Cassa integrazione: in arrivo una nuova procedura online che riguarderà le domande delle aziende plurilocalizzate e le novità sono in un messaggio INPS del 17 luglio 2020.

La nuova procedura nel dettaglio riguarda la richiesta di cassa integrazione in deroga da parte delle aziende plurilocalizzate, vale a dire quelle che hanno sede in 5 o più Regioni o Province autonome.

INPS chiarisce nel messaggio n. 2856 quando e come vanno presentante le domande di cassa integrazione in deroga delle plurilocalizzate per periodi successivi alle 9 settimane laddove le prime sono dovute passare attraverso il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Ricordiamo che il decreto Rilancio ha previsto, dopo le difficoltà riscontrate a seguito dell’entrata in vigore del decreto Cura Italia, che le domande di cassa integrazione in deroga vengano inviate direttamente a INPS il quale può procedere a richiesta anche con l’anticipo del 40%.

Abbiamo visto tuttavia che questo meccanismo già è soggetto a intoppi di carattere tecnico. Vediamo nel dettaglio quali sono le novità INPS per la cassa integrazione delle aziende plurilocalizzate.

Cassa integrazione: novità INPS domande plurilocalizzate

Cassa integrazione: nel suo ultimo messaggio INPS porta novità per le aziende plurilocalizzate che devono richiedere le ulteriori settimane per la procedura in deroga con un meccanismo che come abbiamo detto dovrebbe essere semplificato.

Prima di tutto l’Istituto ricorda che con il decreto interministeriale del 20 giugno 2020 numero 9 pubblicato sul sito del ministero del Lavoro il 2 luglio, sono state stabilite le modalità con le quali trova applicazione l’articolo 22-quater del decreto Cura Italia convertito, modifica introdotta dal decreto Rilancio.

In particolare la norma, come abbiamo anticipato, prevede che le ulteriori settimane di cassa integrazione in deroga, per i periodi successivi alle prime 9 settimane, possano essere autorizzate da INPS a domanda.

Ricordiamo altresì brevemente che il decreto Rilancio, ora legge, ha stabilito che la cassa integrazione, e non solo quella in deroga, è prorogata per ulteriori settimane fino a un totale di 18 per il periodo 23 febbraio 2020- 31 ottobre 2020.

Ricorda INPS che nel decreto interministeriale di cui abbiamo detto, l’articolo 1, comma 1 disciplina la presentazione delle domande di cassa integrazione per i periodi che ricorrono nell’arco temporale 23 febbraio - 31 agosto 2020.

Anche per le aziende plurilocalizzate nel dettaglio, scrive l’Istituto, le cui prime 9 settimane di cassa integrazione in deroga sono state riconosciute direttamente dal ministero, ora la domanda per le successive può essere inoltrata direttamente a INPS.

INPS precisa che anche le aziende che hanno ricevuto la prima autorizzazione per il periodo richiesto (22 settimane per le zone rosse, 13 per le zone gialle e 9 settimane le altre) con decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e che vogliano chiedere una proroga della di cassa integrazione in deroga, devono inviare la domanda direttamente all’Istituto.

INPS nel messaggio chiarisce in merito qual è la modalità di invio, con la nuova procedura online che sarà attiva dal prossimo venerdì 24 luglio. Sempre nel medesimo messaggio INPS specifica che per la cassa integrazione in deroga sono valide le indicazioni della precedente comunicazione del 17 giugno 2020, di cui il messaggio che stiamo qui analizzando è un’integrazione.

Cassa integrazione in deroga: procedura online plurilocalizzate

Per la cassa integrazione in deroga come abbiamo anticipato a breve ci sarà una nuova procedura online per le aziende plurilocalizzate.

Come abbiamo evidenziato sopra le aziende che hanno ottenuto le prime 22 settimane di cassa integrazione in deroga nelle zone rosse, 13 in quelle gialle e 9 nelle altre zone d’Italia, con autorizzazione del ministero possono per le successive fare domanda direttamente a INPS.

Spiega pertanto INPS che la procedura online per permettere alle aziende plurilocalizzate di accedere alle ulteriori settimane di cassa integrazione in deroga senza passare per il ministero sarà attiva dal prossimo venerdì 24 luglio 2020 e in un messaggio specifico verranno fornite le istruzioni tecniche.

INPS tiene tuttavia conto dei termini stringenti previsti dal decreto n.52/2020 per la trasmissione delle domande e per la cassa integrazione in deroga delle aziende plurilocalizzate prevede che le stesse potranno essere inviate entro e non oltre i 15 giorni dal rilascio della procedura quindi entro l’8 agosto 2020.

Le aziende, ricorda INPS, potranno anche richiedere all’Istituto il pagamento diretto con anticipo del 40% della cassa integrazione in deroga. L’Istituto, salvo gli intoppi tecnici cui abbiamo accennato, procederà all’autorizzazione delle domande e al pagamento entro 15 giorni dal ricevimento delle stesse.

Con successiva comunicazione, informa INPS nel messaggio che alleghiamo di seguito, verranno fornite le indicazioni relative al flusso di gestione dell’autorizzazione della cassa integrazione in deroga per le plurilocalizzate.

Messaggio numero 2856 del 17-07-2020
Richiesta di ulteriori settimane di cassa integrazione in deroga per le aziende plurilocalizzate. Modalità di presentazione delle domande con la nuova procedura online. Prime novità INPS.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories