Carta acquisti: perché a gennaio non è stata ricaricata

Antonio Cosenza

31 Gennaio 2020 - 10:52

Perché a gennaio la carta acquisti non è stata pagata? Facciamo chiarezza e vediamo quando è in programma la ricarica.

Carta acquisti: perché a gennaio non è stata ricaricata

La carta acquisti nel 2020 non è stata cancellata, né tantomeno “assorbita dal reddito di cittadinanza” come ci è capitato di leggere in queste ultime ore.

In molti, infatti, visto il mancato pagamento di gennaio per la carta acquisti 2020 hanno fatto delle supposizioni - spesso sbagliate - riguardo al perché di questo evento.

Come noto la carta acquisti è quella social card con la quale vengono riconosciuti 80,00€ ogni due mesi per quelle famiglie che hanno almeno tre figli, minorenni, o degli Over 65 nel nucleo. Ai fini del riconoscimento della carta, però, bisogna anche essere al di sotto di una determinata soglia ISEE che per il 2020 è pari a 6.996,54€.

A tal proposito l’INPS ha ricordato che anche per continuare a beneficiare della carta acquisti (così come del reddito di cittadinanza e del REI) bisogna rinnovare l’ISEE entro oggi, venerdì 31 gennaio 2020, pena la sospensione del beneficio. L’Istituto lo ha comunicato nel messaggio 161/2020 pubblicato il 17 gennaio scorso, con il quale viene spiegato anche il motivo per cui in questi giorni non è stata effettuata alcuna ricarica della carta acquisti (che però non tarderà ad arrivare).

Carta acquisti 2020: perché non è stata pagata?

Per la carta acquisti 2020 la ricarica con le ultime due mensilità (novembre e dicembre 2019) arriverà presto. Non si è trattato, infatti, di un ritardo bensì di una decisione presa dall’INPS per far sì che il beneficio possa essere riconosciuto ad un maggior numero di persone.

Infatti, mentre nel 2019 questa è stata pagata il 25 gennaio, nel 2020 è stato deciso di ritardare il pagamento di circa un mese. Quindi, mentre per reddito di cittadinanza e REI l’ultima rata attesa è stata saldata nel mese in corso, per la carta acquisti 2020 bisognerà attendere la fine di febbraio.

Ma attenzione: anche in questo caso affinché l’Inps possa procedere con la ricarica è necessario che l’ISEE sia stato rinnovato entro il 31 gennaio 2020. In caso contrario ci sarà un ulteriore slittamento del pagamento, con l’accredito del beneficio sospeso fino a quando l’ISEE non sarà rinnovato correttamente.

Carta acquisti 2020: come utilizzarla?

Non ci sono novità riguardo all’utilizzo della carta acquisti 2020, per la quale ricordiamo è prevista una ricarica di 80,00€ ogni due mesi. Ricordiamo che dal 2018 una parte (la metà per l’esattezza) dell’importo può essere prelevata, mentre per il restante è obbligatorio l’utilizzo per mezzo POS.

Nel dettaglio, si può utilizzare la carta acquisti nei supermercati abilitati al circuito Mastercard; c’è poi una lunga lista di negozi convenzionati dove si può utilizzare la carta, così come di farmacie. Il tutto beneficiando di uno sconto del 5% sugli acquisti.

Argomenti

# INPS

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo