Carige: Bankitalia al lavoro per rilancio

Visco spiega che ci sono banche - come Carige - ancora in difficoltà, ma che Bankitalia sta lavorando per il rilancio. Sulle popolari preme: necessarie aggregazioni.

Carige: Bankitalia al lavoro per rilancio

Un monito diretto al governo, l’appello alle banche popolari a realizzare aggregazioni. In mezzo al discorso, anche qualche parola su Carige, ancora in evidente difficoltà.

Ignazio Visco affronta diversi argomenti nel suo intervento alla presentazione della Relazione annuale della Banca d’Italia per il 2018.

Sull’istituto ligure, il governatore di Bankitalia spiega che si stanno mettendo in campo sforzi per trovare soluzioni adeguate, mentre il governo si dice fiducioso per una rapida conclusione della vicenda.

Le parole di Visco su Carige

Visco non nomina esplicitamente Carige, ma le sue parole si riferiscono proprio alla crisi dell’itituto ligure, attualmente commissariato.

In un passaggio del suo discorso finale, il governatore di Bankitalia ha infatti detto:

“Permangono casi di difficoltà di banche di medie dimensioni, che sono all’attenzione delle autorità di vigilanza italiana ed europea e del governo. Si stanno attivamente ricercando soluzioni in grado di rilanciare gli intermediari e di salvaguardare i soggetti coinvolti”.

L’ipotesi maggiormente condivisa – che si sta rivelando difficoltosa da realizzare – è quella di un’aggregazione con un altro istituto. L’appoggia Bankitalia e la chiede la BCE.

L’operazione poteva essere favorita dal cosiddetto “emendamento Carige” presentato e poi ritirato dalla Lega al decreto Crescita: il provvedimento intervenendo sulle le imposte differite attive, avrebbe rappresentato un incentivo all’aggregazione tra banche di medie e piccole dimensioni.

Nessuno, governo compreso, vuole invece pensare a una ricapitalizzazione precauzionale.

“Ci aspettiamo sempre di avere una soluzione di mercato, spero non si arrivi mai alla ricapitalizzazione precauzionale”

ha detto infatti il ministro dell’Economia, Giovanni Tria.

Intanto, a margine della presentazione della Relazione di Bankitalia, Alessandro Rivera direttore generale del Tesoro, si è detto “fiducioso che si troverà rapidamente una soluzione”.

Bankitalia sprona le popolari

Visco si è rivolto, poi, anche alle banche popolari invitandole ad attuare percorsi di aggregazione e spiegando che

“per le banche popolari classificate come meno significative, il rapporto tra costi e ricavi è stato superiore alla media di sistema, il rendimento del capitale inferiore, la consistenza di crediti deteriorati ancora elevata. Per questi intermediari è pressante l’esigenza di realizzare forme di stretta cooperazione o aggregazioni che consentano di competere sul mercato”.

Il governatore di Bankitalia invita dunque a impegnarsi al massimo su redditività e costi:

“I nuovi gruppi dovranno mirare a conciliare i benefici della vicinanza e della conoscenza che le singole banche hanno nei confronti delle imprese locali con l’efficace sfruttamento di sinergie di costo, così da incrementare la redditività e la capacità di fare ricorso al mercato quando necessario; l’impegno su questi fronti deve essere massimo”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Banca Carige

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.