Euro dollaro: tonfo sui minimi di 26 mesi dopo Fed

Il cambio euro dollaro è crollato sui minimi di oltre due anni dopo il meeting Fed di ieri sera. Quali previsioni per la quotazione?

I dati intraday e in tempo reale del Grafico EUR/USD sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Il cambio euro dollaro è tornato a soffrire dopo l’ultima riunione della Federal Reserve.

Nel meeting di ieri Jerome Powell ha confermato le attese del mercato tagliando i tassi di interesse di 25 punti base.

Una scelta, questa, che ha affossato Wall Street e dato slancio al biglietto verde. La Fed ha infatti ribadito che la revisione del costo del denaro non aprirà necessariamente le porte a un nuovo round di tagli e dovrà essere considerata soltanto un aggiustamento di metà ciclo.

Parole, queste, che hanno mandato ko l’azionario USA e hanno imposto al cambio euro dollaro di riportarsi sui minimi di oltre due anni.

Cambio euro dollaro: la reazione dopo Fed

Le parole di Jerome Powell hanno avuto un impatto deciso sui mercati finanziari:

  • Wall Street ha chiuso la sessione con perdite superiori al singolo punto percentuale (l’S&P 500 a -1,09%, il Nasdaq a -1,19% e il Dow Jones a -1,23%);
  • il cambio euro dollaro ha toccato minimi di oltre due anni;
  • i rendimenti obbligazionari hanno intrapreso la via del rialzo.

Secondo alcuni analisti, le decisioni prese dal FOMC riusciranno a limitare i rischi al ribasso per il dollaro USA e rafforzeranno l’ipotesi di ulteriore espansione economica - ipotesi ovviamente positiva per il biglietto verde che sulla base di questo ha già iniziato a scambiare in rialzo.

“I commenti di Powell non sono stati particolarmente dovish, per cui questa è la conferma che si è trattato solo di un piccolo taglio preventivo,”

ha affermato Masafumi Yamamoto, chief currency strategist di Mizuho Securities.

Il Dollar Index ha reagito alla Fed riportandosi sui massimi di due anni (in area 98,932), mentre la quotazione più monitorata del mercato valutario ha ovviamente iniziato a scambiare nella direzione opposta.

Nelle prime ore del mattino il cambio euro dollaro è scivolato intorno a 1,1034, livello toccato l’ultima volta a maggio del 2017.

Cosa aspettarsi adesso dalla coppia? La giornata di oggi sarà ricca di dati macro e di spunti da monitorare per la quotazione dell’EURUSD: sarà soprattutto il settore manifatturiero a finire sotto la lente, anche se è probabile che gli effetti della riunione Fed di ieri continueranno a farsi sentire per tutta la giornata odierna.

Per il momento, il cambio euro dollaro sta proseguendo con un ribasso dello 0,2% su quota 1,105.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati per ricevere le news su Euro-Dollaro (EURUSD)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.