Nuovo San Siro: Milan e Inter si rivolgono a Goldman Sachs

Massimiliano Carrà

11/03/2019

11/03/2019 - 12:46

condividi

Per realizzare il nuovo San Siro, Milan e Inter avrebbero affidato il piano finanziario a Goldman Sachs

In attesa di scontrarsi domenica sera sul campo, Milan e Inter sono pronte a dar vita al nuovo San Siro. I due club avrebbero deciso di accantonare la “Scala del calcio” per realizzare al suo fianco il nuovo stadio.

I rossoneri sarebbero quelli più decisi, visto che vogliono realizzare il nuovo stadio entro il 2023, i nerazzurri sono un po’ ancora titubanti, ma la sensazione è che a breve entrambe seguiranno la stessa strada.

Sensazione giustificata dal fatto che i due club avrebbero affidato alla nota banca d’affari americana Goldman Sachs il piano finanziario per la realizzazione del nuovo stadio. Una decisione importante e fondamentale in vista della consegna del progetto definitivo al comune di Milano.

Il progetto del nuovo San Siro e l’importanza economica

Accantonata l’ipotesi iniziale di ammodernare San Siro, il Milan ha deciso di dar vita a un nuovo stadio. L’impianto dovrebbe sorgere a fianco dell’attuale San Siro e più precisamente al posto dell’area parcheggi.

Per i rossoneri, il piano per il nuovo stadio San Siro lo sta portando avanti il manager sudafricano Ivan Gazidis, mentre l’attuale presidente del Milan Paolo Scaroni è interlocutore del sindaco Giuseppe Sala.

L’investimento previsto dalla società rossonera sarebbe di circa 600 milioni di euro. Cifra prevista anche dal Real Madrid per dar vita al restyling di un altro simbolo del calcio: il Santiago Bernabeu.

Per i tifosi lo stadio potrà essere sempre chiamato San Siro, e se dovesse essere accettato il progetto del Milan, sarà dato in concessione alle due società per 99 anni. Inoltre i due club milanesi dovrebbero occuparsi della demolizione della scala del calcio.

Riguardo alla capienza, il progetto prevede 60 mila posti e una visibilità nettamente migliore rispetto a quella attuale e quindi in regola con i requisiti per le finali UEFA.

L’idea di realizzare un nuovo stadio nasce dalla voglia di limitare economicamente il gap con gli altri club più importanti del mondo, che grazie ai loro stadi innalzano esponenzialmente i loro ricavi.

Lo sa benissimo l’ad rossonero Ivan Gazidis. Il manager sudafricano infatti quando era ad dell’Arsenal si è occupato della realizzazione dell’Emirates Stadium, che oggi frutta ai Gunners 112 milioni di euro, oltre tre volte in più in confronto ai 35 milioni di euro che il Milan incassa da San Siro.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.