Btp Short Term: nuova asta in arrivo, conviene investire?

Claudia Cervi

23 Giugno 2022 - 15:42

condividi

Nuova asta in arrivo il 24 giugno: il MEF colloca Btp Short Term con scadenza a due anni e rendimento lordo all’1,75%. Vediamo cosa sono e quali sono le caratteristiche. Conviene investire?

Btp Short Term: nuova asta in arrivo, conviene investire?

Manca poco alla nuova emissione di BTP Short Term. Il Ministero dell’Economia e delle finanze ha aggiornato il calendario per le operazioni di sottoscrizione a breve termine, fissando al 24 giugno la nuova asta.

BTP Short Term asta 24 giugno 2022
Comunicato MEF

Cosa sono i BTP Short Term?

I BTP Short Term sono titoli a tasso fisso con cedola semestrale e breve durata.

Furono emessi per la prima volta nel 2021 in sostituzione dei vecchi CTZ, titoli a due anni senza cedola, non più appetibili a causa dei rendimenti negativi, costi elevati per l’emittente e bassa liquidità. I BTP Short Term nascono dunque dalle ceneri dei CTZ e hanno una scadenza variabile compresa tra i 18 e i 30 mesi, oltre ad avere un nome più internazionale che favorisce l’accesso degli investitori esteri.

Le emissioni del BTP Short Term sono mensili e associate, secondo le indicazioni del Tesoro, a quelle dei BTP€i (i bond indicizzati all’inflazione europea). Tuttavia, il prossimo 24 giugno non si svolgerà l’asta dei BTP€i per dare spazio alla conclusione dell’emissione del Btp Italia avviata il 20 giugno.

La modalità di collocamento dei BTP Short Term è la stessa dei vecchi CTZ, tramite asta marginale, con invio delle domande alla Banca d’Italia tramite la Rete interbancaria.
A differenza dei CTZ che non hanno una cedola (sono definiti zero coupon), i BTP Short Term sono titoli a tasso fisso con una cedola semestrale.

Caratteristiche del BTP Short Term in emissione a giugno

I BTP Short Term in emissione il 24 giugno 2022 hanno una durata di 23 mesi, con scadenza il 30 maggio 2024. Il rendimento lordo è dell’1,75% con cedole semestrali che sono staccate a partire dal 30 novembre 2022.

  • A partire dal 23 giugno il pubblico potrà iniziare a prenotare i titoli, la cui offerta si colloca in una forchetta compresa tra i 3,5 e i 4 miliardi di euro;
  • l’invio delle domande in asta sarà possibile dalle ore 11.00 di venerdì 24 giugno e
  • il 27 giugno alle ore 15.30 si svolgerà l’asta supplementare
  • il 29 giugno sarà pubblicato il regolamento per le sottoscrizioni.

Il BTP Short Term in sintesi:

Tipologia BTP Short Term
codice ISIN non ancora attribuito
trance prima
emissione 29 giugno 2022
scadenza 30 maggio 2024
cedola annuale 1,75%
data pagamento cedola 30 maggio e 30 novembre di ogni anno
importo minimo/massimo euro tra 3.500 e 4.000
provvigioni collocamento 0,075%

Come già specificato prima, il meccanismo di collocamento è sempre lasta marginale. Possono partecipare gli operatori Specialisti in titoli di Stato e gli Aspiranti specialisti (ai sensi degli articoli 5 e 6 del Decreto Dirigenziale n. 993039 dell’11 novembre 2011).

Alla data prevista per il regolamento (il 29 giugno), il sottoscrittore verserà l’importo corrispondente ai titoli assegnati, sulla base del prezzo di aggiudicazione, e riceverà una ricevuta.

Sarà il MEF a pubblicare il prezzo di aggiudicazione tramite comunicato stampa pubblicato sul proprio sito.

BTP Short Term: conviene investire?

Mettendo a confronto il rendimento annuo del BTP Short Term, pari all’1,75% lordo e all’1,55% circa netto, con quello dell’inflazione (al 6,8% a maggio) è evidente che non conviene investire nella nuova emissione.
Tuttavia le ragioni che possono spingere un investitore ad acquistare i BTP Short Term sono più legate alla protezione del capitale. Si tratta dunque di una una valida alternativa ai conti deposito vincolati, il cui rendimento lordo è di poco superiore all’1%, o ai conti corrente, totalmente infruttiferi.
Alla domanda se conviene investire in BTP Short Term non si può rispondere in modo univoco: dipende sempre da quali sono le alternative di investimento.

Argomenti

# Btp
# CTz
# MEF

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.