Brexit, giornata campale: cosa sta per accadere? Sterlina in focus

Cristiana Gagliarducci

22/10/2019

22/10/2019 - 12:24

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Brexit, giornata campale: la sterlina inglese ancora una volta sotto i riflettori. Cosa sta per accadere?

Quella di oggi sarà una giornata campale per la Brexit e per la sterlina inglese entrambe in attesa di conoscere le modalità con cui si saluteranno il Regno Unito e l’Unione europea.

Nelle prossime ore, il protagonista indiscusso sarà senza ombra di dubbio Boris Johnson, che tenterà il tutto per tutto per ottenere un accordo di divorzio entro il 31 ottobre, pena il materializzarsi del temuto scenario no-deal.

Ma come ci riuscirà? Gli occhi dell’Europa (e della sterlina inglese) saranno puntati su Westminster e sul voto previsto per il tardo pomeriggio di oggi, martedì 22 ottobre.

Brexit: sterlina inglese attende il voto di oggi

Nella serata di ieri John Bercow, lo speaker della Camera dei Comuni, ha negato la possibilità di tornare a votare l’accordo sulla Brexit poiché l’istanza proposta è risultata identica a quella presentata sabato.

“La mozione non sarà discussa oggi poiché sarebbe ripetitivo e disordinato farlo”,

ha dichiarato.

La sterlina inglese ha continuato a scambiare sopra quota 1,29, ma nella mattinata odierna ha ripreso la via del ribasso.

Boris Johnson però non si è dato per vinto e ha confermato la sua intenzione di portare in Parlamento (per l’approvazione in seconda lettura) il Withdrawal Agreement Bill, ossia la legge sul recesso contenente le modalità con cui il Regno Unito dovrà uscire dall’UE. Dunque una vera e propria cornice legale in cui inserire l’accordo sulla Brexit trovato la scorsa settimana.

La votazione prenderà il via alle ore 20:00 italiane e sarà immediatamente seguita da un’altra consultazione riguardante la serratissima tabella di marcia pensata da Johnson per portare a compimento il divorzio entro il 31 ottobre.

Anche le prossime ore dunque si riveleranno particolarmente impegnative per una sterlina inglese che ha seguito la vicenda viaggiando praticamente sulle montagne russe.

Europarlamento pronto a riunirsi

Secondo le indiscrezioni, se tutto andrà come previsto e dunque se Johnson riuscirà a far approvare l’accordo sulla Brexit, il Parlamento europeo cercherà di riunirsi in via straordinaria tra il 30 e il 31 ottobre per confermare definitivamente l’intesa entro i termini prestabiliti.

C’è comunque da dire che queste al momento sono soltanto speculazioni. Non è chiaro se Londra darà via libera al deal. Per questo le prossime giornate (e anche le prossime ore) si riveleranno campali per il Regno Unito, l’Unione europea e anche per la sterlina inglese.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.