Borsa di Milano oggi, 8 settembre: Ftse Mib sale nonostante l’intervento della Bce

Violetta Silvestri - Giacomo Andreoli

08/09/2022

08/09/2022 - 18:05

condividi

Borsa di Milano oggi, 8 settembre: l’indice Ftse Mib chiude in rialzo oltre i 21.600 punti. La Bce alza i tassi di interesse, ma rassicura sullo scudo anti-spread: a Piazza Affari volano i bancari.

Borsa di Milano oggi, 8 settembre: Ftse Mib sale nonostante l'intervento della Bce

La Borsa di Milano chiude la giornata all’insegna dei guadagni oggi, 8 settembre. La Bce ha deciso, come previsto, l’aumento dei tassi di interesse di 75 punti base e prevede nuovi rialzi nelle prossime riunioni.

Il Ftse Mib chiude sopra i 21.600 punti, mentre lo spread Btp-Bund scende attorno ai 225 punti base. A rassicurare gli investitori sono le parole di Christine Lagarde sulla prontezza e la misura dell’intervento e l’efficacia dello scudo anti-spread per frenare possibili speculazioni del mercato, mentre le banche guadagnano terreno proprio per effetto della politica monetaria restrittiva. Inoltre, per ora, non scattano ulteriori aumenti, che tuttavia si vedranno dopo le prossime riunioni, che saranno “più di due e al massimo cinque”.

L’Eurozona, però, rimane colpita dalla grave crisi energetica e preoccupata per le forniture di gas, oltre che per bollette elevate che pressano imprese e consumatori.

Borsa di Milano oggi 8 settembre, aggiornamento delle ore 18.00: Ftse Mib in risalita

Il Ftse Mib sale dello 0,88% e chiude a 21.678,08 punti. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi, poi, scende leggermente e si attesta attorno ai 225 punti base. In ogni caso preoccupa l’ammissione di Lagarde sul fatto che l’inflazione è “troppo alta” e che probabilmente rimarrà “al di sopra dell’obiettivo del 2% per un lungo periodo”. Nonostante la stretta, poi, l’euro non riesce a tenere la parità con il dollaro.

Sul listino principale della Borsa di Milano, i titoli migliori sono i bancari, che contribuiscono a fare di Piazza Affari la maglia rosa d’Europa. Banco Bpm guadagna il 5,16%, Intesa Sanpaolo il 2,38%, Unicredit il 6,02%, Bper il 3,09%, Fineco il 2,76%. Per il resto focus sui petroliferi e le utility, con i prezzi sul mercato dell’energia che continuano a variare in modo frenetico. Crolla infine Tim (-5,15%), viste le indiscrezioni sullo slittamento del progetto di rete unica a dopo le elezioni.

Aggiornamento delle ore 13.00: Ftse Mib flette

L’indice milanese si attesta a 21.452,60 con un -0,17% alle ore 13.00. In Europa, il Cac francese resta positivo, con un +0,31% e il Dax tedesco perde lo 0,30%. Il FTSE 100 guadagna lo 0,24%.

Eni, Prysmian, Leonardo, Saipem, Poste, Tenaris, UniCredit, Enel, Atlantia, Banco Bpm, Ferrari, Hera, Interpump Group registrano aumenti negli scambi.

Aggiornamento 9.35: Ftse Mib oltre 21.500 punti

Scambi positivi a Milano: l’indice Ftse Mib centra i 21.508,33 con un +0,09% alle ore 9.35 circa. Sul listino spicca il rosso di Exor (-1,19%) dopo la pubblicazione dei dati del primo semestre 2022, con un utile consolidato di 265 milioni di euro, in calo in confronto agli 838 milioni dello stesso periodo 2021.

Eni, dopo le novità su due acquisizioni in Algeria e indiscrezioni su un progetto per il gas nigeriano, oscilla e perde lo 0,19% mentre si scrive. Bene i bancari, con Intesa Sanpaolo +0,57%; UniCredit +0,36%; Banca Generali +0,19%; Banco BPM +1,17%; BPER Banca +0,55%.

In Europa, il Dax tedesco sale dello 0,10% e il Cac francese dello 0,11%. A Londra, il FTSE 100 guadagna lo 0,35%.

Borse contrastate in Asia

I mercati dell’Asia-Pacifico sono stati contrastati dopo il solido rally di Wall Street durante la notte nel miglior giorno dal 10 agosto per tutte e tre le medie.

Rimbalza il Nikkei, con un +2% e gli indici cinesi Shenzhen e Shanghai chiudono in rosso, così come Hong Kong.

Wall Street chiude con guadagni

Mercoledì le azioni sono aumentate, mentre Wall Street ha guardato oltre le preoccupazioni per gli aumenti aggressivi dei tassi provenienti dalla Federal Reserve.

Il Dow Jones Industrial Average ha guadagnato 435,98 punti, o l′1,40%, chiudendo la giornata a 31.581,28. L’S&P 500 è salito dell′1,83% a 3.979,90 e il Nasdaq Composite ha segnato un rialzo del 2,14% a 11.791,90, interrompendo una serie di sette giorni di sconfitte.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.