Manager più pagati nel 2018: presenti Marotta e Monchi

Massimiliano Carrà

08/04/2019

08/04/2019 - 17:43

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Manager più pagati dalle società quotate a Piazza Affari nel 2018: l’ad dell’Inter Marotta si piazza al 5° posto

Beppe Marotta e Monchi sono tra i 100 manager più pagati delle società quotate a Piazza Affari nel 2018. Questo dimostra ancora una volta l’importanza del business del calcio nel mondo della finanza.

L’ex dirigente generale della Juventus, nonché attuale amministratore delegato dell’Inter, è al quinto posto di questa speciale classifica, mentre l’ex direttore sportivo della Roma si piazza al 69° posto.

Marotta ha ricevuto dalla società bianconera 5,5 milioni di euro, il 109,7% in più rispetto al 2017, soprattutto grazie ai 3,5 milioni di euro di bonus ottenuti per aver raggiunto gli obiettivi a lungo termine fissati con la Juventus nel 2015.

Monchi invece, sollevato dall’incarico di direttore sportivo della Roma lo scorso 8 marzo, nel 2018 ha ricevuto un compenso pari a 1,288 milioni di euro lordi, di cui 1,061 milioni di euro come compenso fisso e 227 mila euro come bonus legati al raggiungimento di determinati obiettivi di perfomance aziendali.

Manager più pagati nel 2018: tanti i volti del calcio

Beppe Marotta e Monchi non sono però gli unici volti famosi del mondo del calcio presenti tra i manager più pagati dalle società quotate di Piazza Affari nel 2018.
È il caso dell’ex ad bianconero Aldo Mazzia, che grazie agli stessi bonus incassati da Beppe Marotta, si è piazzato al 29 posto con 2,2 milioni di euro, oltre cinque volte in più rispetto ai 476 mila euro che ha incassato nel 2017.

Al 96° posto Mauro Baldissoni. Il direttore generale della Roma ha guadagnato nel 2018 990 mila euro. Distante 18 posizioni, e precisamente 114°, l’ex ad della società giallorossa Umberto Gandini, che nell’anno appena trascorso ha guadagnato 852 mila euro.

Tra gli altri manager legati al mondo del calcio, spicca il patron della Fiorentina Diego Della Valle. Il presidente e ad di Tod’s si piazza in 38ª posizione con 1,8 milioni di euro. Più giù, al 71° posto, il fratello Andrea con 1,2 milioni di euro.

Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter e ad di Saras, è 49° con 1,5 milioni di euro, ai quali si aggiungono dividendi per circa 19 milioni di euro. Edoardo Garrone, ex patron della Sampdoria e presidente di Erg è 111° con 860 mila euro.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories