Borsa di Milano oggi 22 novembre: il Ftse Mib sale ancora

Violetta Silvestri - Giacomo Andreoli

22/11/2022

22/11/2022 - 18:03

condividi

Borsa di Milano oggi 22 novembre: il Ftse Mib chiude gli scambi all’insegna di guadagni, grazie soprattutto al balzo dei titoli legati al petrolio, il cui prezzo è in aumento. Spread senza scossoni.

Borsa di Milano oggi 22 novembre: il Ftse Mib sale ancora

Borsa di Milano oggi 22 novembre: il Ftse Mib chiude in positivo, sostenuto dagli energetici dopo che il prezzo del petrolio è tornato a salire.

Il listino milanese supera i 24.356 punti di chiusura di ieri, nel giorno dell’approvazione in Consiglio dei ministri del testo della Legge di Bilancio 2023. Vale 35 miliardi di euro circa la manovra del Governo Meloni, con la maggior parte delle risorse, 21 miliardi, destinata al sostegno contro il caro-energia.

L’Ocse, nell’aggiornamento delle sue previsioni, ha stimato una contrazione, ma non la recessione per il nostro Paese. L’Europa, però, è sotto osservazione per possibili e gravi shock dalla crisi energetica.

Il Btp decennale rende il 3,9% e lo spread è stabile attorno ai 190 punti. Sul Ftse Mib spiccano i rialzi dei titoli energetici.

Borsa di Milano oggi 22 novembre aggiornamento delle ore 18.00: Ftse Mib chiude in positivo

Il Ftse Mib guadagna lo 0,96% e chiude a 24.351,30 punti. Stabile lo spread tra Btp e Bund tedeschi, attorno ai 190 punti base. Il rendimento del titolo decennale è ancora a 3,9%.

Sul listino principale di Piazza Affari in positivo Eni (+4,52%). Gli analisti di Citigroup hanno alzato il target price sul colosso petrolifero, portandolo a 14 euro. Gli esperti hanno poi confermato il giudizio «hold». Molto bene anche Tenaris (+6,57), Tim (+3,45%) e i bancari. In coda, invece, Interpump (-0,77%).

Borsa di Milano oggi 22 novembre aggiornamento delle ore 13.00: Ftse Mib regge in rialzo

Il Ftse Mib continua a scambiare in zona positiva, con un +0,44% alle ore 13.05 circa. Sul listino non si arresta la corsa al rialzo di Eni (+3,57%) e Tenaris (+4,73%).

Oscillano, invece, i bancari e gli industriali, con Stmicroelectronics, Moncler, Amplifon, Diasorin in calo di oltre l’1%. Enel premiata dal piano industriale al 2025, con il titolo a +1,34%.

Borsa di Milano oggi 22 novembre aggiornamento delle ore 10.26: Ftse Mib in rialzo

Il Ftse Mib sale dello 0,48% e si porta sulla soglia dei 24.500 punti, restando appena sotto alle ore 10.26 circa.

Sul listino milanese i protagonisti sono i titoli legati al petrolio, che balzano Saipem a +2,46%, Eni a +3,24%, Tenaris a +4,80%.

Bene anche Enel, che sta guadagnando l’1,87%, supportato dal piano industriale nel quale sono state comunicate cessioni per 21 miliardi per recuperare sul debito e confermata la politica dei dividendi.

In recupero i bancari, tutti in aumento mentre si scrive dopo un inizio di seduta sottotono.

Asia mista, futures Usa in perdita

Le azioni nell’Asia-Pacifico sono state contrastanti, poiché gli investitori hanno ancora valutato i rischi degli effetti pandemici, con la Cina che ha visto un aumento dei casi di Covid. Il Governo ha ribadito la sua politica Covid-zero in una conferenza stampa nel tardo pomeriggio.

Inoltre, le banche cinesi sarebbero state incoraggiate ad aumentare il credito per sostenere l’economia, in particolare le industrie che sono state colpite più duramente dalle restrizioni per i contagi. Separatamente, i media locali cinesi hanno citato l’autorità di regolamentazione dei titoli della nazione che afferma che il Paese ha bisogno di migliorare i bilanci dei promotori immobiliari di “buona qualità”, secondo Reuters.

Negli Usa, il clima di nuovo cupo in Cina per l’andamento dei contagi ha influenzato il sentiment. I futures Usa viaggiano in rosso.

Le perdite seguono una giornata di trading volatile che ha fatto scendere i tre principali indici. Il Dow è diminuito di 45,41 punti, o dello 0,13%. Il guadagno del 6,3% della Disney in seguito al ritorno di Bob Iger come CEO ha contribuito a mitigare le perdite per l’indice a 30 azioni. Nel frattempo, l’S&P 500 e il Nasdaq Composite hanno perso rispettivamente lo 0,39% e circa l′1,1%.

Le aspettative di una Fed ancora aggressiva continuano a scuotere gli investitori. Si attende in settimana il verbale dell’ultima riunione della banca centrale Usa.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.