Borsa di Milano oggi, 19 settembre: Ftse Mib torna in positivo

Violetta Silvestri - Giacomo Andreoli

19/09/2022

19/09/2022 - 18:03

condividi

Borsa di Milano oggi, 19 settembre: la settimana inizia all’insegna del rialzo a Piazza Affari, dopo una giornata volatile. Il Ftse Mib cresce e scende lo spread attorno ai 225 punti.

Borsa di Milano oggi, 19 settembre: Ftse Mib torna in positivo

Borsa di Milano oggi, 19 settembre: il Ftse Mib guadagna lo 0,14%, dopo una giornata altamente voltatile, grazie al rialzo dei titoli finanziari, industriali ed energetici.

Nel giorno del funerale della regina Elisabetta II, la Borsa di Londra è chiusa.

I mercati azionari risentono della tensione in vista dell’incontro della Federal Reserve di mercoledì 21 settembre, quando molto probabilmente il rialzo dei tassi sarà di 75 punti base, anche se ci sono scommesse per 100 punti base. Intanto, la banca centrale cinese è intervenuta per iniettare ancora liquidità e sostenere l’economia ancora debole.

In questa cornice, l’EUR/USD si mantiene sotto la parità. La ripresa del dollaro Usa sta guadagnando terreno in un tono cauto. I rialzisti della valuta condivisa si sono indeboliti, poiché i responsabili politici della Banca centrale europea hanno mostrato un quadro di crescita cupo. Lo ha detto sabato a Reuters il capo economista della BCE Philip Lane: “Allo 0,75%, il tasso di deposito della BCE è ancora troppo basso...il lavoro della Bce non è ancora finito.”

Borsa di Milano oggi, 19 settembre, aggiornamento 18.00: risale il Ftse Mib

Il Ftse Mib guadagna lo 0,14% e chiude a 22.140,73 punti. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi si aggira attorno ai 225 punti base. Sul listino principale di Piazza Affari torna a salire Tim (+2,62%), con l’amministratore delegato della compagnia, Pietro Labriola, che ha acquistato 270mila azioni dell’azienda a un prezzo unitario di 0,1807 euro ognuna.

In calo, invece, Eni (-1,92%), dopo che l’azienda ha staccato la prima tranche del dividendo 2023, relativo all’esercizio di quest’anno.

Aggiornamento 13.05: male l’Europa

Il Ftse Mib accentua le perdite di inizio seduta e si porta a 21.853,31. Anche Euro Stoxx 50 cede quiasi l’1%.

Sul listino milanese recupera Buzzi Unicem nel primo giorno di scambi al Ftse Mib. I Bancari tentano di rialzarsi ma restano in rosso nella maggior parte dei titoli. Si impenna ancora il rendimento del Btp decennale, a +4,098%.

Aggiornamento 9.35: Ftse Mib in rosso

Alle ore 9.35 circa, il Ftse Mib cede l’1,06% a 21.876,36 punti circa. Sul listino spicca il tonfo dei bancari e il crollo di Saipem, oltre il 4%. In rosso anche Buzzi Unicem (-1,11%), nuovo ingresso nel paniere del Ftse Mib al posto di EXOR, in direzione Euronext Amsterdam.

Lo spread si attesta a 227 punti, in quella che si preannuncia una settimana cruciale anche per le vicende interne dell’Italia: il voto è domenica prossima.

Asia non decolla

I principali mercati asiatici si avviano a chiudere in perdita, con Cina e Hong Kong che non guadagnano, nonostante l’ennesimo intervento della Banca Popolare cinese per stimolare la crescita.

Wall Street: future incerti

I futures S&P 500 sono scesi lunedì mattina, dopo che le principali medie hanno registrato la settimana peggiore da giugno e prima della riunione di due giorni della Federal Reserve questa settimana.

I futures legati all’indice di mercato generale sono diminuiti dello 0,6% nel trading pre-mercato. I futures Dow Jones Industrial Average hanno perso lo 0,53%, o 179 punti, mentre i futures Nasdaq 100 sono scesi dello 0,74%.

Venerdì, le azioni sono scivolate, mentre gli investitori hanno reagito a un rapporto sull’inflazione più caldo del previsto e al preoccupante avvertimento della FedEx su un’economia globale “significativamente peggiorata”.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.