Bonus TV: come aumentare lo sconto a 130 euro

Rosaria Imparato

11 Agosto 2021 - 10:22

condividi

Come aumentare lo sconto del bonus TV fino a 130 euro? I due bonus, per l’acquisto e la rottamazione, sono cumulabili: ecco come fare e i requisiti.

Bonus TV: come aumentare lo sconto a 130 euro

È tutto pronto per l’agevolazione sulla TV, anzi, per il doppio bonus TV: da un lato c’è l’incentivo per l’acquisto di un nuovo apparecchio, e dall’altro quello per rottamare il vecchio televisore.

Come aumentare lo sconto fruibile? I due bonus, infatti, sono cumulabili. In base alle regole del decreto attuativo del MiSE, però, lo sconto massimo che si può ottenere è di 130 euro (e non più di 150).

Vediamo come fare per ottenere il doppio sconto e quali sono i requisiti per averne diritto.

Bonus TV: come aumentare lo sconto a 130 euro

I due bonus TV, dicevamo, sono cumulabili:

  • il vecchio bonus TV consiste nello sconto fino a 50 euro sull’acquisto di un nuovo apparecchio televisivo o un nuovo decoder;
  • il bonus rottamazione consiste nello sconto del 20% (fino a un massimo di 100 euro) per l’acquisto di un nuovo televisore, previa rottamazione del vecchio apparecchio.

Lo sconto totale quindi ammonterebbe a 150 euro, ma leggendo il decreto attuativo MiSE con tutte le regole per usufruire dell’agevolazione si scopre che lo sconto viene ridotto a 130 euro. L’articolo 1 del decreto infatti stabilisce:

“Ritenuto, in ragione dell’estensione della platea dei beneficiari e della tendenziale diminuzione dei prezzi, di dover rimodulare l’ammontare dei contributi di cui al decreto ministeriale del 18 ottobre 2019, riducendolo a 30,00 euro o al minor valore pari al prezzo di vendita se inferiore”

A essere ridimensionato, quindi, è il vecchio bonus TV, ma solo se e quando usato insieme al nuovo.

Bonus TV: i requisiti per ottenere fino a 130 di sconto

I 130 euro di sconto spettano a tutti? In realtà no: bisogna fare una distinzione, perché per accedere ai due bonus TV servono requisiti diversi.

Il nuovo bonus TV, quello fino a 100 euro, spetta a chi:

  • ha la residenza in Italia;
  • è in regola col pagamento del canone Rai (nel caso degli over 75, esenti, questo requisito non viene richiesto);
  • ha rottamato un televisore acquistato prima del 2018, e quindi incompatibile con i nuovi standard di trasmissione.

Come si rottama il vecchio televisore? L’utente può scegliere tra due modalità:

  • consegnare l’apparecchio al rivenditore al momento dell’acquisto della nuova TV;
  • pensarci da solo andando presso un’isola ecologica autorizzata, ma ricordandosi di far firmare il modulo che certifichi l’avvenuta rottamazione.

Per ottenere il vecchio bonus TV, cioè lo sconto fino a 50 euro, oltre alla residenza in Italia è necessario avere un ISEE che non superi i 20.000 euro.

Per questo motivo al momento dell’acquisto si deve presentare un modulo in cui si dichiara che:

  • il proprio ISEE non supera i limiti stabiliti;
  • nessun altro componente del nucleo familiare ha già usufruito del bonus.

Mentre il vecchio bonus TV è attivo già dal 2019, si può iniziare a fare domanda per il bonus rottamazione a partire dal 23 agosto.

Iscriviti a Money.it