Bonus mobili 2021 a rischio stop: le nuove classi energetiche bloccano lo sconto

Anna Maria D’Andrea

21 Giugno 2021 - 16:11

condividi

Bonus mobili 2021, le nuove classi energetiche degli elettrodomestici rischiano di bloccare lo sconto. La normativa nazionale deve adeguarsi alle nuove regole UE.

Bonus mobili 2021 a rischio stop: le nuove classi energetiche bloccano lo sconto

Bonus mobili 2021, le nuove classi energetiche degli elettrodomestici mandano nel caos i contribuenti.

A partire dal 1° marzo 2021 sono obbligatorie le nuove etichette da A a G. Sono sparite le classi A+++ e inferiori, accorpate alle nuova classificazione prevista dalle norme Europee.

Una novità voluta per rendere più semplice la comprensione da parte del contribuente sull’effettivo livello di consumo dell’elettrodomestico acquistato, ma che ha l’effetto collaterale di scontrarsi con le regole per l’accesso al bonus mobili 2021.

A segnalare il problema è Il Sole 24 Ore, evidenziando la necessità di un adeguamento normativo.

Bonus mobili 2021 a rischio stop: le nuove classi energetiche bloccano lo sconto

Per frigoriferi, lavastoviglie, lavatrici e televisori, la nuova classificazione energetica operativa dal 1° marzo 2021 manda in tilt il bonus mobili ed elettrodomestici.

La detrazione spetta solo per gli elettrodomestici di classe A+ (A per i forni), secondo le “vecchie” etichette energetiche. Secondo la nuova classificazione, si tratta di prodotti di classe C o D.

Bisogna poi evidenziare che attualmente nessuno degli elettrodomestici in commercio può rientrare nella classe A, e pochissimi sono quelli in classe B.

Si tratta, evidenzia il quotidiano di Confindustria, di una regola prevista al fine di stimolare i produttori a raggiungere livelli di innovazione e risparmio energetico sempre maggiore.

A livello pratico, per chi intende acquistare elettrodomestici ammessi al bonus mobili 2021 resta tuttavia l’incognita circa i requisiti da rispettare. La normativa nazionale non è stata aggiornata, così come nelle guide dell’Agenzia delle Entrate si legge ancora che la detrazione del 50 per cento spetta per gli elettrodomestici di classe A e superiori.

Bonus mobili 2021, nuove classi energetiche da convertire

Per evitare lo stallo dell’agevolazione riconosciuta a chi arredi immobili ristrutturati, è fondamentale che la normativa di riferimento si adegui alle nuove regole UE.

Nello specifico, è fondamentale e urgente adeguare quanto previsto dal decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013, del 04/06/2013 n. 63, che all’articolo 16 disciplina l’accesso al bonus mobili.

Prima, però, sarebbe utile che l’Agenzia delle Entrate fornisse ai contribuenti una tabella per confrontare vecchie e nuove etichette energetiche, per valutare in sede d’acquisto quali beni rientrano nel bonus del 50 per cento per gli elettrodomestici e quali sono, al contrario, quelli che ne restano esclusi.

Nell’attesa, resta di fatto “sospeso” il diritto ad accedere all’agevolazione.

Iscriviti a Money.it