Bonus extra in busta paga per chi fa il vaccino: l’iniziativa di Lidl

Teresa Maddonni

21 Gennaio 2021 - 12:53

condividi
Facebook
twitter whatsapp

In arrivo un bonus extra in busta paga per i dipendenti che decideranno di fare il vaccino e che ammonterà a 200 dollari. Succede in America e l’iniziativa è di Lidl USA.

Bonus extra in busta paga per chi fa il vaccino: l'iniziativa di Lidl

Un bonus extra in busta paga per chi fa il vaccino: è questa l’iniziativa di Lidl per i propri lavoratori per affrontare l’emergenza sanitaria e l’annosa questione dell’obbligatorietà o meno della somministrazione.

Il bonus in busta paga, un extra di 200 dollari, al momento dovrebbe riguardare solo i lavoratori USA, ma non è detto che la catena non possa poi lanciare la stessa iniziativa anche in altri Paesi in cui ha sede e quindi anche in Italia.

Lidl tuttavia non è la prima azienda che negli USA offre un bonus extra sullo stipendio dei dipendenti; anche Aldi’s, Trader Joe’s e Dollar General copriranno i costi derivanti dall’assenza da lavoro dei dipendenti per un massimo di quattro ore. Le ore di assenza per fare il vaccino saranno pertanto retribuite in busta paga.

Bonus extra in busta paga per fare il vaccino da Lidl USA

Il bonus extra in busta paga arriva a 200 dollari e Lidl USA lo riconoscerà, come annuncia in un comunicato, ai dipendenti che decideranno di fare il vaccino.

Il bonus in busta paga servirà a compensare i costi associati al vaccino che sarebbero a carico dei dipendenti: spese di viaggio per esempio, ma anche l’assistenza all’infanzia.

Lidl non solo vuole concedere 200 euro di bonus a chi farà il vaccino, ma per rendere ancora più efficace la sua iniziativa sarà anche disposta a ridefinire gli orari dei dipendenti affinché possano procedere alla somministrazione.

Un’iniziativa quella di Lidl del bonus extra in busta paga per chi fa il vaccino che, informano dall’azienda, si basa sull’impegno costante della stessa per proteggere la salute dei dipendenti.

Non solo il bonus extra i busta paga per chi fa il vaccino

Non solo il bonus extra in busta paga per chi fa il vaccino perché Lidl in USA, dove le spese sanitarie sono a carico dei cittadini, da quando è scoppiata la pandemia ha offerto anche la copertura medica ai propri dipendenti.

Dallo scorso marzo, comunica Lidl, l’azienda ha sviluppato un programma per permettere ai propri dipendenti di accedere in maniera gratuita alle cure per il Covid, laddove due mesi prima aveva già previsto una copertura medica per i suoi lavoratori full time e in part-time.

Johannes Fieber, CEO di Lidl USA, ha commentato le varie inziative in ultimo quella dei 200 dollari in più sullo stipendio:

“Siamo orgogliosi di fornire ai nostri dipendenti le risorse di cui hanno bisogno per ricevere il vaccino COVID-19 senza ostacoli.”

E ha aggiunto:

“Fin dall’inizio della pandemia abbiamo lavorato duramente per mettere al primo posto la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti. Dall’offerta gratuita di assistenza sanitaria COVID-19 a tutta la nostra forza lavoro, all’installazione di sistemi di filtrazione dell’aria di tipo ospedaliero nei nostri negozi e magazzini per garantire un’aria più pulita e sana. Siamo orgogliosi di farlo ancora oggi per garantire che ogni membro del team che voglia vaccinarsi sia in grado di farlo il prima possibile.”

Il bonus extra in busta paga di Lidl al momento è un’inziativa attiva solo Oltreoceano. Magari a breve qualcosa di simile potrebbe arrivare anche nel nostro Paese. In ogni caso un sondaggio interno di Lidl USA ha rilevato che 8 dipendenti su 10 sono ansioni di fare il vaccino.

Argomenti

# Lidl

Iscriviti alla newsletter

Money Stories