Bonus colf e badanti, domanda respinta? Ecco come chiedere il riesame all’INPS

Bonus colf e badanti, si può richiedere il riesame della domanda respinta: le istruzioni si trovano nel messaggio INPS n. 2715 del 7 luglio 2020.

Bonus colf e badanti, domanda respinta? Ecco come chiedere il riesame all'INPS

Bonus colf e badanti, domanda respinta? È possibile richiedere il riesame: l’INPS ha messo a disposizione la procedura tramite il messaggio n. 2715 del 7 luglio 2020.

Il DL Rilancio ha previsto, per i collaboratori domestici che non convivono col proprio datore di lavoro e con un contratto di lavoro regolare alla data del 23 febbraio 2020, un’indennità di 500 euro per i mesi di aprile e maggio.

Il bonus in totale ammonta a 1.000 euro. I richiedenti che si sono visti negare l’indennità ma credono comunque di essere in possesso dei requisiti possono chiedere all’INPS di riesaminare la propria richiesta: ecco come.

Bonus colf e badanti, domanda respinta? Ecco come chiedere il riesame all’INPS

Un’altra possibilità per richiedere il bonus colf e badanti previsto dal DL Rilancio qualora la prima domanda non fosse stata accettata: le informazioni su come richiedere il riesame della propria situazione si trovano nel messaggio n. 2715 che l’INPS ha pubblicato il 7 luglio.

Messaggio INPS n. 2715 del 7 luglio 2020
Indennità per i lavoratori domestici di cui all’articolo 85 del decretolegge 19 maggio 2020, n. 34. Rilascio procedura internet per l’invio delle richieste di riesame

L’esito delle domande per il bonus di 1.000 euro in totale (per i mesi di aprile e maggio) è stato comunicato dall’Istituto tramite SMS ai beneficiari, che comunque possono controllare il risultato della propria richiesta accedendo al portale INPS con le proprie credenziali, nell’ambito della stessa procedura di presentazione dell’istanza.

Ricordiamo che al portale INPS si accede tramite una delle seguenti credenziali:

  • PIN ordinario o dispositivo rilasciato dall’INPS;
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

Nella stessa procedura è possibile visualizzare anche i motivi della mancata erogazione dell’indennità, in caso appunto di domanda respinta.

I lavoratori domestici che rintengono di essere in possesso dei requisiti per richiedere il bonus possono richiedere il riesame della propria domanda accedendo all’apposita sezione della pagina web “Richiesta di riesame”.

In questa sezione si trovano tutte le informazioni relative alla domanda presentata e al provvedimento di rigetto, e consente di inoltrare la richiesta di riesame inserendo la motivazione della richiesta.

È possibile inserire degli allegati che dimostrano il possesso dei requisiti in formato pdf, jpeg, png e tiff per una dimensione complessiva massima di 3 MB.

Una volta completata e inoltrata la richiesta di riesame, questa verrà protocollata e le informazioni ad essa correlate, incluse le informazioni sullo stato di lavorazione, verranno rese disponibili nella medesima sezione del sito web.

Bonus colf e badanti, come richiedere il riesame della domanda respinta

I lavoratori domestici possono richiedere il riesame della propria domanda per il bonus 1.000 euro anche:

  • tramite i servizi gratuiti degli Enti di Patronato;
  • telefonando al Contact Center Multicanale, al numero verde 803 164 gratuitamente da rete fissa o al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base propria tariffa).

L’utente dovrà essere munito di PIN ovvero, per i possessori di SPID, CIE o CNS, di PIN Telefonico generato mediante l’apposita funzione disponibile nella sezione personale MyINPS del portale istituzionale.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

1022 voti

VOTA ORA