Bonus auto elettriche 2021 con ISEE fino a 30.000 euro: in arrivo il decreto attuativo Mise. Come funziona?

Rosaria Imparato

30 Marzo 2021 - 16:49

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Bonus auto elettriche, il decreto attuativo del Mise è in arrivo con le indicazioni per ottenere lo sconto del 40%: l’incentivo è dedicato ai nuclei familiari con Isee fino a 30.000 euro. Vediamo come funziona l’agevolazione.

Bonus auto elettriche 2021 con ISEE fino a 30.000 euro: in arrivo il decreto attuativo Mise. Come funziona?

Bonus auto elettriche 2021, il decreto attuativo del Mise è in arrivo con i dettagli che regolamentano gli incentivi riservati ai nuclei familiari con ISEE fino a 30.000 euro.

Si tratta del bonus previsto dalla Legge di Bilancio 2021 e per il quale sono stati stanziati solo 20 milioni di euro. L’incentivo consente di ottenere uno sconto del 40% del prezzo d’acquisto di veicoli elettrici rientranti in specifici requisiti.

Il decreto attuativo è, come molti altri provvedimenti della Legge di Bilancio, in netto ritardo rispetto alla tabella di marcia: le disposizioni erano attese per il mese di febbraio, cioè entro 60 giorni dall’entrata in vigore della manovra finanziaria.

Bonus auto elettriche 2021 con ISEE fino a 30.000 euro: in arrivo il decreto attuativo Mise-MEF

Secondo le anticipazioni del Sole 24 Ore del 30 marzo il decreto attuativo del bonus auto elettriche è in arrivo: in ritardo di circa un mese rispetto alle tempistiche della Legge di Bilancio 2021, alla fine sembra in dirittura d’arrivo.

Il decreto attuativo del Mise è stato inviato al Ministero dell’Economia: si tratta delle istruzioni operative per usufruire dello sconto del 40% sulle spese per l’acquisto o il leasing di auto elettriche, con potenza fino a 150kw e con un prezzo di listino che non superi i 30.000 euro al metto dell’IVA.

Il bonus è dedicato ai nuclei familiari con ISEE fino a 30.000 euro. Tale incentivo può essere usato in alternativa agli altri contributi statali, quindi non è cumulabile.

Bonus auto elettriche 2021: come funziona?

In attesa della pubblicazione del testo del decreto attuativo Mise, vediamo come funziona l’incentivo in base alle anticipazioni fornite dal Sole 24 Ore.

Per prenotare i contributi, i concessionari devono registrarsi sulla piattaforma del Mise e ottenere l’apposita ricevuta.

Entro 180 giorni dalla prenotazione, i venditori confermano l’operazione, comunicando tra i vari dati anche il numero di targa del veicolo consegnato.

Al momento dell’acquisto, il bonus riconosciuto al contribuente viene anticipato dal venditore, che effettua uno sconto sul prezzo ordinario.

Il venditore verrà poi rimborsato in base al bonus anticipato dalle imprese costruttrici o importatrici. Queste ultime riceveranno dallo Stato un credito d’imposta da utilizzare in compensazione tramite modello F24.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories