Bonus adeguamento ambienti di lavoro, pronto il codice tributo per l’uso in compensazione

Rosaria Imparato

12 Gennaio 2021 - 12:49

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Bonus adeguamento ambienti di lavoro, con la risoluzione n. 2/E dell’11 gennaio 2021 l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per l’uso in compensazione tramite modello F24 del credito d’imposta del 60%: vediamo i dettagli e le istruzioni.

Bonus adeguamento ambienti di lavoro, pronto il codice tributo per l'uso in compensazione

Bonus adeguamento ambienti di lavoro, dall’Agenzia delle Entrate arriva il codice tributo per l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta con la risoluzione n. 2/E dell’11 gennaio 2021.

Si tratta del credito d’imposta del 60% delle spese sostenute nel 2020 fino a un massimo di 80.000 euro. Nella risoluzione dell’Agenzia delle Entrate, oltre al codice tributo, ci sono anche le istruzioni per la compilazione del modello F24.

La normativa riguardante il bonus adeguamento degli ambienti di lavoro è stata modificata dalla Legge di Bilancio 2021: il credito d’imposta può essere usato in compensazione non più fino al 31 dicembre, ma solo fino al 30 giugno 2021.

Il 30 giugno 2021 è inoltre il termine ultimo entro cui effettuare la cessione -anche parziale- del suddetto credito d’imposta.

Bonus adeguamento ambienti di lavoro, pronto il codice tributo per l’uso in compensazione

L’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per l’uso in compensazione tramite modello F24 del bonus per l’adeguamento degli ambienti di lavoro.

Tutte le istruzioni si trovano nella risoluzione n. 2/E dell’11 gennaio 2021.

Risoluzione AdE n. 2/E dell’11 gennaio 2021
Istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro, di cui all’articolo 120 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34

Il codice tributo da utilizzare in compensazione nel modello F24, da inviare alle Entrate solo tramite i servizi telematici dell’Agenzia, è il seguente:

  • 6918” denominato “CREDITO D’IMPOSTA PER L’ADEGUAMENTO DEGLI AMBIENTI DI LAVORO – articolo 120 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34”.

In sede di compilazione del modello di pagamento F24 il codice tributo 6918 è esposto nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”, ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”.

Nel campo “anno di riferimento” del modello F24 deve essere sempre indicato il valore “2021”.

I soggetti in possesso dei requisiti per accedere al bonus adeguamento degli ambienti di lavoro devono comunicare all’Agenzia delle Entrate l’ammontare delle spese ammissibili entro il 31 maggio 2021.

Bonus adeguamento ambienti di lavoro: le novità con la Legge di Bilancio 2021

Ci sono importanti novità sull’utilizzo del bonus adeguamento degli ambienti di lavoro introdotte dalla Legge di Bilancio.

La manovra 2021 interviene su due ambiti in particolare:

  • il credito di imposta può essere usato in compensazione tramite modello F24 non più fino a fine anno, ma solo fino al 30 giugno 2021;
  • l’opzione della cessione del credito può essere effettuata fino al 30 giugno 2021 (e non più fino al 31 dicembre 2021).

Iscriviti alla newsletter

Money Stories