Bollette: è calo record di luce e gas

Ottime notizie per gli italiani: -9,9% per le bollette del gas e -8,5% per quelle della luce. I dettagli

Bollette: è calo record di luce e gas

Calo record sulle bollette di luce e gas. Ad annunciarlo è l’Autorità per l’energia per i clienti sul mercato tutelato, che ha aggiornato le tariffe per il secondo trimestre dell’anno, rendendo nota una diminuzione notevole, che potrebbe garantire un risparmio annuo pari a più di 168 euro a famiglia.

Ottime notizie quindi per i consumatori italiani, che vedranno, a partire dal primo aprile del 2019, un -9,9% sulle bollette del gas e un -8,5% su quelle della luce.

Si tratta di un calo dovuto alla contrazione dei prezzi delle materie prime nel mercato del comparto energetico, a cui va aggiunto l’inverno non particolarmente freddo da poco conclusosi.

Bollette: è calo record di luce e gas

Il calo delle quotazioni del metano ha quindi favorito il netto calo delle bollette di luce e gas.

Una mossa che segue la progressiva scissione tra il mercato del gas e quello del petrolio, dopo la crescita del Gnl (Gas naturale liquefatto). La maggiore economicità di quest’ultimo vista la perdita di valore ha garantito prezzi più snelli per i consumatori.

Secondo l’Unione nazionale consumatori il calo garantirà oltre 168 euro annui di risparmio a famiglia, da scindere in 50 euro per la luce e 118 per il gas.

Tra i primi a commentare la circostanza è stato il vicepremier Luigi Di Maio, che ha parlato di “risultato molto importante”. Visione decisamente più pessimistica quella arrivata invece dal Codacons, che ha evidenziato come neanche un simile calo sia davvero in grado di compensare gli aumenti record del 2018:

“Si tratta di una riduzione insufficiente, che non basta a recuperare gli abnormi incrementi delle bollette subìti nell’ultimo anno dalle famiglie italiane”

L’Autorità per l’energia per i clienti sul mercato tutelato ha calcolato - per il periodo che va da giugno 2018 a luglio 2019 - una spesa complessiva di 565 euro annui per l’elettricità e 1.157 euro per il gas.

A ragionare su “cause e dinamiche” della diminuzione anche il presidente dell’Autorità, Stefano Besseghini, che ha invitato a considerare ogni aspetto di questa mossa al ribasso con la stessa attenzione che avrebbe accompagnato un eventuale aumento:

“Il primo trimestre ci ha regalato un inverno non troppo rigido e condizioni di acquisto del gas allineate tra Europa e Paesi Asiatici, che hanno contribuito ad un contenimento delle quotazioni all’ingrosso”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Materie prime

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.