Chi è Joe Biden, il possibile sfidante di Donald Trump alle elezioni Usa del 2020?

Joe Biden ha ufficializzato la sua presenza alle primarie del Partito Democratico americano: la biografia di quello che i sondaggi danno come favorito per sfidare Donald Trump alle elezioni negli Stati Uniti del 2020.

Chi è Joe Biden, il possibile sfidante di Donald Trump alle elezioni Usa del 2020?

Si fa sempre più folta la pattuglia degli aspiranti candidati presidente del Partito Democratico americano alle elezioni del 2020 negli Stati Uniti, con cinque esponenti dem che al momento hanno ufficializzato la loro presenza.

Come era nell’aria da tempo, anche Joe Biden ha ufficializzato la sua presenza alle prossime primarie, anche se la sua corsa potrebbe finire presto per delle accuse da parte di quattro donne di comportamenti non appropriati nei loro confronti.

Nonostante questo, l’ex vicepresidente durante l’era Obama da tempo viene accreditato dai sondaggi come il favorito delle primarie dei Democratici, con Biden che avrebbe poi la meglio anche in un testa a testa per la Casa Bianca contro Donald Trump.

La biografia di Joe Biden

Classe 1942 e originario di Scranton in Pennsylvania, Joe Biden dopo essersi laureato in Giurisprudenza all’Università di Syracuse ha iniziato a lavorare come avvocato.

La sua vita è segnata da un gravissimo lutto familiare, con la moglie e la figlia che nel 1972 morirono in un incidente stradale, con gli altri due figli della coppia che rimasero feriti. Il primogenito Beau, scampato al sinistro, è poi morto a soli 46 a causa di un male incurabile.

Sempre nel 1972 ha preso il via anche la sua carriera politica, venendo eletto per la prima volta senatore tra le fila del Partito Democratico nello stato del Delaware dove da tempo risiede.

Durante la sua lunga carriera da senatore, incarico svolto in maniera ininterrotta dal 1972 al 2009, ha ricoperto per diversi anni il ruolo di Presidente della Commissione Esteri del Senato degli Stati Uniti.

Nel 2009 durante l’amministrazione di Barack Obama è stato nominato vicepresidente, il primo cattolico a ricoprire questo incarico, venendo riconfermato anche dopo le elezioni del 2013.

Adesso Joe Biden ha annunciato la volontà di presentarsi alle primarie del Partito Democratico in vista delle elezioni del 2020. In verità ci provò anche nel 1988, ma venne sconfitto da Michael Dukakis.

Poco dopo la sua scesa in campo ufficiale, il New York Times ha però parlato di quattro donne che avrebbero subito dei comportamenti non appropriati da parte di Biden, un aspetto questo che potrebbe minare la corsa dell’ex vicepresidente verso la Casa Bianca.

Le primarie del Partito Democratico

A differenza del 1988, adesso Joe Biden sarebbe il grande favorito delle primarie del Partito Democratico che si terranno da febbraio a giugno 2020. Secondo i sondaggi infatti l’ex vicepresidente sarebbe davanti a tutti gli altri candidati, anche se Bernie Sanders sarebbe in rimonta.

Oltre alle accuse di comportamenti non appropriati, la preoccupazione maggiore di Biden al momento sembrerebbe essere quella di non riuscire a reperire, a differenza dei suoi sfidanti, svariati milioni di dollari online per finanziare la propria campagna elettorale.

Al momento sicuri della propria presenza sono soltanto senatori appartenente all’ala più a sinistra dei Democratici ovvero Bernie Sanders (già sfidante della Clinton nel 2016), Kamala Harris ed Elizabeth Warren. L’unico moderato al momento è il giovane Beto O’Rourke.

Dopo un lungo periodo di tentennamento, Joe Biden adesso secondo il Wall Street Journal avrebbe comunque deciso di presentarsi in queste primarie dove uscirà fuori lo sfidante di Donald Trump del Partito Democratico.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Primarie Partito Democratico elezioni Usa 2020

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.