Intesa Sanpaolo: vogliamo riassorbire esuberi, fine guerra commerciale spingerà crescita

Luca Fiore

28/01/2019

Puntiamo a riassorbire gli esuberi previsti dal piano e vogliamo continuare a dedicarci a progetti sociali. È quanto ha detto il Ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina. La fine della guerra commerciale, ha stimato il manager, farà ripartire la crescita. Per RBC attuali quotazioni a sconto.

Intesa Sanpaolo: vogliamo riassorbire esuberi, fine guerra commerciale spingerà crescita

Noi ci siamo, continueremo ad investire a prescindere dai governi. È quanto ha detto Carlo Messina, chief executive e consigliere delegato di Intesa Sanpaolo, nel corso di un evento organizzato dalla banca a Milano.

“Siamo fra la terza e la quarta banca in Europa per valori di Borsa. Siamo considerati fra le migliori banche d’’Europa".

Per quanto riguarda l’occupazione all’interno del Gruppo, Messina ha annunciato di voler far sì, in linea con quanto fatto in precedenza, che i 4 mila esuberi “rimangano in Intesa Sanpaolo". I 5 mila esuberi del precedente piano di impresa sono stati poi riassorbiti.

Kapito (BlackRock): banca è modello di riferimento per sostenibilità

Per quanto riguarda i progetti di rilevanza sociale, “gli investitori Internazionali ti scelgono non solo per gli utili ma anche per ciò che restituisci alla società”.

Il presidente di ISP, Gian Maria Gros-Pietro, ha dichiarato che l’istituto ha recentemente ricevuto una lettera da BlackRock, azionista con circa il 5% del capitale, in cui la società di gestione del risparmio “ci ha chiesto di perseguire obiettivi di sostenibilità di lungo termine”.

Non a caso, Rob Kapito, presidente di BlackRock, nel corso del suo intervento ha rimarcato che Intesa rappresenta “un modello di riferimento mondiale nell’ambito della sostenibilità e degli investimenti nel sociale e nella cultura".

Rumor su vendita crediti Utp

A livello operativo, ha detto Messina, “la soluzione dei problemi fra Cina e Usa rappresenterà uno stimolo per la crescita nella seconda parte del 2019".

Secondo indiscrezioni riportate da Bloomberg, l’istituto avrebbe intenzione di vendere un cospicuo quantitativo di crediti Utp (Unlikely to pay), le inadempienze probabili.

In un primo momento, e in linea con il piano di de-risking di cui Messina ha parlato a Davos, ad essere messo sul mercato sarebbe un pacchetto da 2 miliardi euro.

RBC: titoli banche economici

Le azioni Intesa Sanpaolo sul listino di Piazza Affari hanno segnato un calo dello 0,92% a 2,0455 euro. Il saldo settimanale segna un +1,28% mentre quello trimestrale un +6,5%.

Rispetto a 12 mesi fa, le azioni Intesa Sanpaolo arretrano del 34%.

I titoli delle banche italiane sono scesi troppo rispetto alla loro performance operativa. È quanto sostengono gli analisti di RBC. Questo vale sia per le azioni UniCredit (-2,49% a 10,728 euro, UniCredit: sventato attacco informatico, titolo in rosso), sulla quale il prezzo obiettivo è fissato a 17 euro, che per quelle Intesa Sanpaolo, il cui target è a 2,3 euro (+12% sui prezzi attuali).

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo