Baiocchi al pistacchio: dove trovarli e quali sono gli ingredienti

1 Giugno 2022 - 20:06

1 Giugno 2022 - 21:45

condividi

Arrivano nei supermercati i nuovi Baiocchi al pistacchio. Al momento sono rarissimi e in pochi supermercati sono disponibili. Ecco dove acquistarli e le opinioni di chi li ha già provati.

Baiocchi al pistacchio: dove trovarli e quali sono gli ingredienti

Qualcuno ha detto Baiocchi al pistacchio? Nei supermercati ancora non si trovano in quantità, mentre sui social l’hashtag conta già 15 mila post. I Baiocchi al pistacchio sono un vero e proprio guilty pleasure (in italiano piacere proibito o colpevole) che in molti non vedono l’ora di provare. Al momento però sono ancora introvabili, se non in pochi fortunati supermercati, perché la linea non è stata ufficialmente lanciata. Sul sito della Mulino Bianco il prodotto non compare ancora come parte dei prodotti venduti, mentre sui social è già visibile il video di lancio.

Tutti li vogliono e tutti li cercato, i Baiocchi al pistacchio seguono la moda dei prodotti al pistacchio e fanno del gusto intenso - la promessa è che siano più “pistacchiosi” di tanti altri biscotti - il loro punto forte. Sapere dove trovarli non è affatto facile, ma dalle prime segnalazioni dei fortunati che sono riusciti ad accaparrarsi una confezione sono almeno due i supermercati dove trovare i Baiocchi al pistacchio sugli scaffali.

Che sia la solita strategia di marketing non c’è dubbio e ricorda molto quanto fatto con i Nutella biscuits, un prodotto andato a ruba proprio per la fama di non essere facilmente trovabile e che, in qualche modo, ha reso più digeribile il costo elevato di quasi od oltre 3 euro a confezione. Per i baiocchi al pistacchio potrebbe accadere la stessa cosa.

Baiocchi al pistacchio: quanto costano e dove trovarli

Si ripete l’incubo dei Nutella biscuits: tanta pubblicità e poche confezioni sugli scaffali. Così si presenta la situazione dei Baiocchi al pistacchio. Al momento neanche il sito ufficiale della Mulino Bianco presenta il nuovo prodotto nella linea ufficiale e a scaldare gli animi è un trailer sui social. Gli stessi social dove da qualche giorno hanno iniziato a spuntare le foto con i primi fortunati compratori.

Da quanto affermano i pochissimi (ci sono circa 15 mila post in merito su Instagram) che li hanno già comprati e assaggiati, i Baiocchi al pistacchio si trovano in due sole catene di supermercati: Esselunga e Sigma. In entrambe i prezzi possono variare da negozio a negozio, ma il prezzo consigliato alla vendita è di 2,49 euro per una confezione da 6 bustine contenenti ognuna 3 biscotti.

Come sono fatti i Baiocchi al pistacchio: la lista degli ingredienti

I Baiocchi sono sempre i Baiocchi. Tipica la forma rotonda con i 5 buchini dal quale esce la crema, ma che questa volte non è fatta di nocciole, bensì di pistacchio. I Baiocchi non sono vegani, infatti nella lista degli ingredienti tanto del biscotti quanto della crema si trova il latte in polvere o intero pastorizzato. Bisogna aggiungere anche che non esiste una versione per celiaci. In ogni caso ecco la lista degli ingredienti classici del biscotto:

  • farina di frumento
  • zucchero
  • oli vegetali (girasole, mais, colza, soia)
  • uova fresche
  • latte scremato in polvere
  • latte fresco pastorizzato
  • agenti lievitanti (carbonato acido di ammonio, carbonato acido di sodio, tartaro monopotassico)
  • amido di frumento
  • sale
  • aroma

Per la farcitura invece il cambiamento è più evidente, infatti si legge che è fatta con:

  • zucchero, grassi e oli vegetali (karitè, girasole)
  • pistacchi 7,6% (quantità mediamente più alta rispetto agli altri biscotti industriali)
  • latte scremato in polvere
  • amido di frumento

I Baiocchi al pistacchio sono buoni: cosa ne pensano i consumatori

Chi ha già provato un Baiocco al pistacchio lo sa: il gusto del pistacchio è piuttosto marcato per essere un biscotto industriale. Infatti tra le opinioni dei pochi fortunati svettano alcune critiche da parte degli appassionati di pistacchio e dai non amanti. Delusione a parte per alcuni, per la maggior parte delle persone sono “deliziosi” e “buonissimi”.

Iscriviti a Money.it