Tegola su Atlantia, Fitch taglia rating: quali conseguenze?

Azioni Atlantia in focus dopo il taglio di rating di Fitch. Ci saranno conseguenze per il gruppo?

Tegola su Atlantia, Fitch taglia rating: quali conseguenze?

Azioni Atlantia sotto la lente anche nella seduta odierna. Una nuova tegola cade sulla società dopo l’annuncio del downgrade da parte di Fitch.

Sono giorni concitati per il gruppo dei Benetton, stretto tra la volontà del Governo di revocare la concessione autostradale e la determinazione aziendale a trovare un compromesso.

In questo scenario, il rinnovato giudizio dell’agenzia di rating potrebbe tradursi in ulteriori dannose conseguenze per la situazione finanziaria del gruppo. Intanto, dopo la brillante performance di ieri in Borsa, oggi il titolo è in leggera frenata.

Il downgrade di Fitch, infatti, si affianca a quello di Moody’s annunciato solo qualche giorno fa. Le valutazioni negative provengono da un clima ancora incerto sul destino di Autostrade per l’Italia. Il taglio di rating non ha per il momento gravato sull’andamento delle azioni Atlantia, ma potrebbe farlo sui conti aziendali per un valore di 2 miliardi di euro.

Azioni Atlantia in focus: Fitch taglia il giudizio, quali conseguenze?

L’agenzia di rating Fitch ha reso noto l’aggiornamento del proprio giudizio su Atlantia. La valutazione è in peggioramento, passando da BBB a BB ed entrando nel livello junk (spazzatura). Il declassamento interessa anche Aspi, che slitta da BBB+ a BB+.

Il Rating Watch negativo è emerso dalla complessità della questione sulla revoca delle concessioni autostradali, al momento lontana da una soluzione vantaggiosa per l’azienda. Nello specifico, Fitch ha dichiarato che il declassamento dipende dalla: “persistente incertezza sul profilo di credito del gruppo.”

Il downgrade non è privo di conseguenze per la società dei Benetton. Il gruppo, infatti, ha ipotizzato effetti non trascurabili sui conti dopo i giudizi di Fitch e Moody’s.

Nel dettaglio, Atlantia ha valutato che il rating negativo potrebbe provocare la richiesta della Banca Europea per gli Investimenti e di Cassa Depositi e Prestiti di restituire in anticipo i prestiti erogati ad Aspi attraverso contratti di finanziamento tuttora in vigore per un valore complessivo di 2,1 miliardi di euro. Di questi, 1,8 miliardi di euro sono garantiti da Atlantia. Ne consegue, quindi, che potrebbe verificarsi un assorbimento delle linee di credito.

Le ultime novità non hanno scalfito particolarmente le azioni Atlantia, che stanno attualmente salendo di un minimo 0,05% su 21,43 euro.

Cosa aspettarsi sulla revoca nei prossimi giorni?

La complessa questione della revoca delle concessioni autostradali potrebbe trovare una soluzione più conciliante nei prossimi giorni. L’esecutivo, infatti, starebbe lavorando su una proposta di mediazione con Aspi per scongiurare lo scenario estremo.

L’obiettivo, però, non è facile da raggiungere considerando le posizioni contrastanti all’interno della maggioranza. Il Movimento 5 Stelle, infatti, sembra irremovibile nella sua linea a favore della revoca.

A mitigare il clima potrebbe arrivare la richiesta del Governo di un risarcimento consistente e di pedaggi meno cari. La holding dei Benetton, inoltre, potrebbe presentare un importante piano triennale per investire in nuove e più efficienti manutenzioni.

Il destino finanziario della società resta ancora in bilico. Le azioni Atlantia continueranno ad essere attentamente monitorate dopo il downgrade di Fitch.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories