Attacco hacker ad un ospedale, muore una paziente: cosa è successo

Dopo un attacco hacker ad un ospedale una paziente è morta nel corso di un trasferimento verso un’altra struttura. Se confermato, si tratterebbe del primo omicidio causato da dei pirati informatici.

Attacco hacker ad un ospedale, muore una paziente: cosa è successo

Un attacco hacker ad un ospedale tedesco potrebbe aver causato la prima morte legata a questo tipo di violazione. Secondo quanto riportato dai media tedeschi, infatti, degli hacker avrebbero colpito il sistema di una clinica di Dusseldorf e durante la violazione dei sistemi di sicurezza sarebbe stato impossibile curare una paziente che è stata trasferita in un altro pronto soccorso.

La donna non sarebbe sopravvissuta al viaggio, dal momento che necessitava di un intervento immediato, in quanto presentava una condizione molto grave, e il trasferimento da Dusseldorf a Wuppertal, distante 30 chilometri, ha causato un ritardo nella somministrazione delle cure di circa un’ora, che è costato la vita alla paziente.

Ospedale sotto attacco hacker: una paziente muore

Un ospedale è stato vittima di un attacco hacker, e oltre alla perdita di diversi dati conservati nel sistema, una donna potrebbe essere deceduta a causa di questa violazione. In totale sono stati intaccati 30 server, che hanno causato il collasso dei sistemi informatici della clinica e hanno richiesto l’immediato intervento dei tecnici. Il personale sanitario si è quindi trovato obbligato a rimandare diversi interventi chirurgici.

Si tratta di un attacco “ransomware” attraverso cui i dati vengono cifrati dagli aggressori informatici, che poi richiedono un riscatto per fornire il modo con cui decrittarli. Uno degli hacker avrebbe infatti lasciato un messaggio con cui richiedeva il pagamento di 900mila euro in bitcoin che dovevano essere corrisposti proprio dall’Università Heirich Hein, la struttura accademica a cui è assegnato l’ospedale.

L’intervento della polizia

Attualmente sono ancora in corso le indagini da parte della polizia, ma in un primo momento le forze dell’ordine hanno contattato i cyber criminali spiegando loro che il loro attacco aveva colpito le reti dell’ospedale, e non quelle dell’Università, forse il vero obiettivo dell’attacco.

Dopo aver ricevuto questa informazione, gli hacker hanno fornito le chiavi per decriptare i dati e sono spariti nello stesso modo in cui sono apparsi senza richiedere il riscatto e senza lasciare tracce. La polizia continua a lavorare sul caso e adesso sulla testa dei criminali potrebbe cadere un nuovo capo di accusa, quello di omicidio, dal momento che potrebbero aver causato la morte di una paziente.

La procura di Colonia ha aperto un’indagine per omicidio colposo, e qualora venisse accertato un collegamento tra l’attacco hacker avvenuto il 9 settembre e il decesso della paziente, potrebbe essere il primo caso di omicidio dovuto ad un attacco hacker in tutta la storia dei cyber crimini.

Argomenti:

Germania Hacker Virus

Iscriviti alla newsletter

Money Stories