Titoli di Stato: yield di aggiudicazione BTp 10 anni allo 0,96%, i più bassi di sempre

Il Ministero del Tesoro ha comunicato di aver registrato il tutto esaurito nelle aste odierne. Risultati molto positivi per tutte le tre audizioni in programma: da segnalare il calo dei rendimenti di aggiudicazione sul decennale, scesi ai minimi storici

Titoli di Stato: yield di aggiudicazione BTp 10 anni allo 0,96%, i più bassi di sempre

Il Ministero del Tesoro ha pubblicato l’esito delle audizioni in programma questa mattina, che prevedevano il collocamento dei BTp a 5 e 10 anni e dei CCTeu con scadenza al 15 gennaio 2025.

Andando nello specifico, per quanto riguarda l’asta dei BTp a 5 anni e scadenza al primo luglio 2024 (codice ISIN IT0005367492) sono stati collocati tutti i 2,25 miliardi di euro offerti dal Tesoro. Il coupon è pari all’1,75%.

Con una domanda pari a 2,88 miliardi di euro, il rapporto di copertura tra ammontare richiesto dagli investitori e quantitativo offerto è stato pari a 1,28.

Il prezzo di emissione è stato pari a 106,86 e prevede un rendimento lordo pari allo 0,32%, in calo di 48 punti base rispetto allo 0,80% registrato nell’asta del 30 luglio scorso. Con questa contrazione, gli yield di aggiudicazione sono scesi ai livelli più bassi dal 29 settembre 2016.

Asta BTp a 10 anni: rendimenti ai minimi storici

Anche il BTp a 10 anni, scadenza al primo aprile 2030 e coupon all’1,35% (ISIN IT0005383309) collocato questa mattina, ha fatto segnare il tutto esaurito. Il prezzo medio dell’emissione è uguale a 103,90.

A fronte di una domanda pari a 5,265 miliardi di euro sono stati collocati tutti i 4 miliardi di euro offerti dal Tesoro, per un rapporto di copertura pari a 1,32.


Rendimenti di aggiudicazione del BTp a 10 anni. Fonte: Bloomberg

L’asta odierna del decennale italiano ha visto crollare i rendimenti allo 0,96%, livelli più bassi di sempre, come evidenziato dal grafico della piattaforma Bloomberg.

Asta CCTeu: buona domanda, rendimenti in calo

Per quanto riguarda invece i CCTeu con scadenza fissata al 15 gennaio 2025 l’asta odierna ha visto collocare 1 miliardo di euro di Titoli di Stato.

Con una domanda pari a 1,695 miliardi di euro, il rapporto di copertura tra ammontare richiesto dagli investitori e quantitativo offerto è pari a 1,695.
Il prezzo di emissione è stato di 104,01 e prevede un rendimento lordo allo 0,77%%, in calo di 30 punti base rispetto alla precedente audizione.

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.