Assegno unico figli, per la domanda nuovo servizio Inps: come funziona

Teresa Maddonni

24 Luglio 2022 - 18:13

condividi

La domanda di assegno unico e universale per i figli a carico può essere inoltrata anche tramite smartphone grazie al nuovo servizio annunciato dall’Inps con il messaggio n. 2925 del 22 luglio 2022.

Assegno unico figli, per la domanda nuovo servizio Inps: come funziona

Per la domanda di assegno unico per i figli l’Inps annuncia un nuovo servizio con il messaggio numero 2925 del 22 luglio 2022.

L’Istituto ha introdotto il nuovo servizio per la domanda di assegno unico per i figli a carico che va ad arricchire la app “Inps Mobile”, pertanto la richiesta per ottenere il sussidio potrà essere inoltrata all’Istituto anche tramite uno smartphone o tablet

Ma come funziona il nuovo servizio per la domanda di assegno unico? Vediamolo nel dettaglio grazie alle istruzioni fornite dall’Inps.

Assegno unico figli: per la domanda nuovo servizio con l’app “Inps Mobile”

Il nuovo servizio per la domanda di assegno unico e universale per i figli a carico dell’app “Inps Mobile” rientra, come si legge nel messaggio dell’Inps del 22 luglio, “nell’ambito delle attività di innovazione previste con i progetti dell’Istituto per l’attuazione del Piano Strategico ICT e del Pnrr, mirate a rendere disponibili all’utenza le informazioni e i servizi dell’Istituto in una logica multicanale”.

La domanda per l’assegno unico per i figli, come si può approfondire nell’articolo completo di Money.it cui rimandiamo di seguito, può essere inviata sempre a partire dal settimo mese di gravidanza della madre.

Nel messaggio del 22 luglio l’Inps ricorda che l’assegno unico è un sostegno economico ai nuclei familiari attribuito per ogni figlio a carico fino al compimento del ventunesimo anno di età. Per i figli maggiorenni ricorrono determinate condizioni mentre non sono previsti limiti di età per i figli disabili.

L’importo di assegno unico riconosciuto al nucleo familiare richiedente varia in base al valore dell’Isee valido al momento della domanda. A chi ha un Isee superiore ai 40mila euro o a chi non presenta l’Isee contestualmente alla domanda di assegno unico viene riconosciuto l’importo minimo di 50 euro mensili.

Per inoltrare la domanda di assegno unico con il nuovo servizio mobile occorre, come per il servizio desktop, avere un Servizio Pubblico di Identità Digitale (Spid) oppure una Carta di Identità Elettronica (Cie).

Domanda assegno unico figli: come funziona il servizio

L’Inps spiega come poter accedere al nuovo servizio per smartphone e tablet e inoltrare la domanda di assegno unico per i figli a carico.

Per prima cosa il nucleo familiare che intende inviare la domanda di assegno unico tramite il servizio per dispositivi mobili deve installare l’app “Inps Mobile” sul proprio smartphone o sul tablet.

Nella homepage della app resa disponibile dall’Inps è possibile selezionare il nuovo servizio “Assegno unico e universale per i figli a carico”.

Per inoltrare la domanda di assegno unico tuttavia occorre autenticarsi e quindi, come abbiamo anticipato e come ricorda l’Istituto, l’accesso può avvenire solo con Spid o Cie.

Non solo l’invio della richiesta all’Istituto perché l’utente può anche controllare lo stato della domanda. L’Inps nel messaggio del 22 luglio, nel quale rimanda anche al messaggio n. 4748 del 31 dicembre 2021 e alla circolare n. 23 del 9 febbraio 2022, spiega che senza autenticazione è possibile comunque accedere alla funzione di simulazione dell’importo dell’assegno unico e universale per i figli a carico.

Rimandiamo di seguito al testo completo del messaggio dell’Inps visualizzabile e scaricabile.

Messaggio numero 2925 del 22-07-2022
App “INPS Mobile”. Nuovo servizio “Assegno unico e universale per i figli a carico”

Argomenti

# INPS

Iscriviti a Money.it