Anche i miliardari piangono: la classifica di chi ha perso di più quest’anno

Violetta Silvestri

22 Aprile 2023 - 10:20

La classifica dei miliardari con maggiori perdite: chi ha perso di più nell’ultimo anno? Da Bezos a Musk fino a Gates, tutti i ricchi che hanno visto il loro patrimonio diminuire.

Anche i miliardari piangono: la classifica di chi ha perso di più quest’anno

Miliardari in difficoltà finanziaria quest’anno: la classifica dei paperoni che hanno perso di più nell’ultimo anno mette in evidenza che perfino i più ricchi del mondo hanno dovuto fare i conti con importanti perdite dei loro ingenti patrimoni.

Instabilità finanziaria globale, accuse di frode, operazioni di mercato azzardate, inflazione e tassi di interesse in aumento, incertezza generale e cambiamenti in vista in settori cruciali hanno destabilizzato i magnati e ridimensionato le loro ricchezze.

Chi sono i miliardari che hanno perso di più da marzo 2022 a marzo 2023? Di seguito, la classifica dei ricchi con maggiori perdite.

I 10 miliardari che hanno perso di più: la classifica

Stilata da Forbes, la classifica dei 10 miliardari che hanno perso di più comprende i paperoni da sempre ammirati per le loro immense fortune, colpiti in maniera diversa da sfortunati eventi e dai cambiamenti in corso in questo complesso momento storico che sta impattando su finanza ed economia globali.

Di seguito l’elenco dei ricchi che hanno perso di più, con l’indicazione di quanti miliardi sono andati in fumo in ciascun patrimonio personale nel periodo marzo 2022-marzo 2023:

  1. Jeff Bezos (fondatore Amazon): perdita di 57 miliardi di dollari;
  2. Gautam Adani (magnate indiano): perdita di 42,8 miliardi di dollari;
  3. Elon Musk (fondatore Tesla): perdita di 39 miliardi di dollari;
  4. Larry Page (fondatore Google): perdita di 31,8 miliardi di dollari;
  5. Sergey Brin (fondatore Google): perdita di 31 miliardi di dollari;
  6. Bill Gates (fondatore Microsoft): perdita di 25 miliardi di dollari;
  7. MacKenzie Scott (ex moglie di Gates): perdita di 24,4 miliardi di dollari;
  8. Warren Buffet (imprenditore a capo di Berkshire Hathaway): perdita di 12 miliardi di dollari;
  9. Robin Zeng (fondatore e presidente di CAT): perdita di 11,4 miliardi di dollari;
  10. Steve Ballmer (ex ad di Microsoft): perdita di 10,7 miliardi di euro

Da sottolineare che, sommando le 10 maggiori perdite finanziarie, si ottiene la cifra di 280 miliardi di dollari.

Perché i più ricchi al mondo hanno perso miliardi di dollari?

In un contesto generale di incertezza e di turbolenze varie, di natura economica tra inflazione, tassi di interesse elevati, rischio di recessione e di tipo finanziario, con il fallimento di alcune banche, i motivi delle perdite miliardarie dei paperoni sono diversi.

Jeff Bezos, al primo posto per miliardi persi, ha impattato su spese in aumento, inflazione galoppante e costo del denaro sempre più alto. Il colosso dell’e-commerce ha quindi annunciato licenziamenti, che hanno alimentato proteste e fatto crollare il titolo in Borsa.

L’indiano Adani, invece, è stato coinvolto in scandali personali e accusato di frode contabile, manipolazione del mercato azionario e violazione delle leggi indiane sui titoli. Da quel momento, il suo gruppo è andato incontro a un’ingente perdita di valore di mercato.

Elon Musk si è imbattuto nel controverso acquisto della piattaforma social Twitter, generando dubbi e polemiche che hanno di fatto colpito anche il titolo Tesla.

Larry Page e Sergey Brin, a capo di Google, sono stati travolti dall’errore di Bard, servizio sperimentale di intelligenza artificiale, che ha generato scetticismo sulla sua efficacia quando ha dato una risposta sbagliata proprio in un evento promozionale. Il tutto, a fronte del contemporaneo sviluppo di ChatGtp da parte di Microsoft.

Le perdite di Bill Gates e della sua ex moglie MacKenzie Scott sono state imputate soprattutto a donazioni elargite dai due magnati.

Warren Buffett, celebre miliardario e investitore più seguito al mondo, ha subito una diminuzione di valore cartaceo del portafoglio di investimenti della holding.

Per il produttore mondiale di batterie Contemporary Amperex Technology (Catl), il cinese Robin Zeng, le perdite sono state conseguenza di nuovi investimenti, come lo stabilimento in Germania, che hanno affrontato l’aumento dei costi delle materie prime e alcuni controlli stranieri.

Infine, Steve Ballmer, che possiede la squadra di basket Los Angeles Clippers, pur rimanendo il secondo proprietario di una squadra sportiva più ricco al mondo, ha avuto perdite anche per via della donazione di 425 milioni di dollari all’Università dell’Oregon.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Correlato