Analisi BTP Future: la ripresa sembra temporanea

Il recente rimbalzo del BTP Future non deve illudere le aspettative dei compratori: sul grafico settimanale non sono state costruite barre che configurino una vera e propria presenza del fronte rialzista

Analisi BTP Future: la ripresa sembra temporanea

Settimana all’insegna delle prese di respiro sul Belpaese, che permette una distensione sul fronte spread tra BTP e Bund, sceso nuovamente al di sotto dei 300 punti base. Quest’area che sembra essere il nuovo punto di equilibrio del differenziale tra la carta italiana e quella tedesca.


Spread tra BTP e Bund. Fonte: Bloomberg

Dal grafico si nota come, durante lo scorso mese, lo spread tra il decennale italiano e quello tedesco abbia subito una forte accelerazione che lo ha portato ai massimi degli ultimi quattro anni, a 326,5719 punti base.

Da un punto di vista prettamente tecnico, l’allentamento del differenziale può essere assimilato ad un ribasso fisiologico dopo i pressanti rialzi che ha subito negli ultimi tempi. A tal proposito, il supporto è individuabile a 287,7477 punti base, livello che potrebbe favorire una ripartenza delle quotazioni, che trovano nei 400 punti base una potenziale zona di approdo.

Il punto tecnico sul BTP Future


BTP Future, grafico settimanale. Fonte: Bloomberg

La discesa dello spread tra BTP e Bund si riflette nelle quotazioni del decennale italiano, che in questa settimana segna un momentaneo rialzo dello 0,83%.

Tale rimbalzo non deve però illudere le aspettative dei compratori: sul grafico settimanale i prezzi sono stati respinti dalla linea di tendenza che collega i minimi del 29 maggio a quelli del 3 settembre 2018.

A contribuire all’ipotesi che la fase di debolezza non si sia ancora conclusa è la struttura delle candele stesse, dato che non sono state costruite barre settimanali che configurino una vera e propria presenza del fronte rialzista.

Questo fatto dovrebbe far scattare un campanello di allarme, soprattutto se si considera che i corsi abbiano reagito in modo poco deciso sul supporto statico e psicologico dei 120 euro. La divergenza rialzista sul RSI settato a 14 periodi avrebbe dovuto inoltre produrre un intensificarsi della pressione dei tori, reazione che non c’è stata.

Il flusso di vendite potrebbe quindi presto riprendere, a maggior ragione se l’ottava che ci stiamo lasciando alle spalle non riuscisse a far chiudere le quotazioni al di sopra di 122,91 euro.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su BTP Future


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

Vista la forte rischiosità derivante dall’operare in maniera long in un downtrend come quello attuale, si potrebbero valutare strategie di matrice ribassista ad un ritorno dei prezzi a 121,95 euro. In tal caso, lo stop loss andrebbe posto a 124,21 euro, l’obiettivo principale a 119,20 e l’obiettivo finale a 118,70 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.