Eur/Usd prosegue la discesa e punta al supporto statico di area 1,1220

Le quotazioni di Eur/Usd dimostrano una spiccata debolezza dalla conferenza stampa del Governatore della Fed, Jerome Powell. I prezzi sembrano essere indirizzati a quota 1,1220, dove potrebbero tentare un rimbalzo

Eur/Usd prosegue la discesa e punta al supporto statico di area 1,1220

Ennesima seduta di vendite su Eur/Usd, che sta mettendo a segno la quarta candela ribassista giornaliera consecutiva. Le quotazioni proseguono con il loro andamento laterale che dura da oltre cinque mesi.


Eur/Usd, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Lo scorso 20 marzo i compratori erano riusciti ad interrompere la serie di top decrescenti, salvo poi ritornare a scendere, chiudendo al di sotto della linea di tendenza che collega i massimi del 24 settembre 2018 a quelli del 10 gennaio 2019.

Il centro su cui gravita il cambio è quello della media mobile semplice a 50 giorni, che continua ad attirare i prezzi, i quali non riescono a trovare una direzione.

I venditori sembrano ora voler spingere le quotazioni in area 1,1216, a ridosso del supporto statico lasciato in eredità dai minimi del 12 novembre 2018. In generale, per i compratori è importante una chiusura al di sopra della trendline discendente menzionata prima.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Eur/Usd


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

Al momento, non sembra conveniente valutare strategie di matrice short, in quanto non godrebbero di un rapporto rischio/rendimento favorevole. Si potrebbe invece implementare un’operatività di matrice long da 1,1222. Per questo tipo di operatività, lo stop loss andrebbe posto a 1,1100, mentre l’obiettivo principale a 1,1380. Un target finale potrebbe invece essere individuabile a 1,1400.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories