Amazon e Walmart contro la plastica

Amazon e Walmart danno avvio a un’altra competizione: quella per eliminare gli imballaggi in plastica monouso. I dettagli

Amazon e Walmart contro la plastica

Amazon e Walmart hanno dato avvio alla lotta contro la plastica. Per la prima volta i due colossi del retail, in aperta competizione su tutti i fronti commerciali, si «uniscono» nella corsa all’eliminazione degli imballaggi in plastica monouso.

Le due più grosse realtà della vendita al dettaglio continuano a puntare al ruolo di leader con approcci molto differenti: improntato sulla quantità, la fidelizzazione dei clienti e la consegna quello di Amazon, molto più sul servizio e l’esperienza d’acquisto quello di Walmart.

Ma la strategia si uniforma per quel che riguarda la corsa all’azzeramento della plastica, o almeno di quella non riciclabile. Entrambe le compagnie si stanno attivando in questo senso all’interno di uno dei Paesi più soggetti a problematiche simili: l’India.

Amazon e Walmart in lotta contro la plastica

L’inquinamento causato dalla plastica è un problema enorme in India. Il governo stima che circa il 70% della plastica consumata dal Paese venga semplicemente gettata e non predisposta a riciclaggio né a nessun tipo di trattamento destinato ai rifiuti; questo nella maggior parte delle città indiane.

Nella mattinata di ieri Amazon ha annunciato l’intenzione di eliminare tutta la plastica non riciclabile dalle consegne in India entro giugno del 2020, sostituendola con strati in carta imbottita.

Il materiale per l’imballaggio dell’azienda di Bezos contiene già meno del 7% di plastica monouso secondo quanto dichiarato da Akhil Saxena, vice presidente dell’area clienti Amazon per l’India:

“Si tratta di un investimento che mira alla protezione dell’ambiente e garantisce una tripla vittoria: fa bene al nostro pianeta, fa bene ai nostri clienti e alla nostra comunità e fa bene al business”.

L’annuncio arriva a meno di una settimana dall’iniziativa molto simile di Flipkart, ovvero la catena acquisita da Walmart in India. Flipkart ha infatti annunciato la riduzione del 25% nella quantità di plastica monouso in ogni confezione.

La compagnia si è imposta una scadenza al marzo del 2021 per rendere riciclabile tutto il suo materiale utilizzato per gli imballaggi.

Flipkart continua a detenere una posizione di vantaggio su Amazon nel mercato dell’e-commerce indiano, che secondo Morgan Stanley arrivarà a valere più di 200 miliardi di dollari entro il 2027.

Entrambe le compagnie hanno investito molto per far crescere la propria attività, mentre si battono per raggiungere l’oltre mezzo miliardo di utenti che approderanno alla rete nei prossimi anni.

Intanto lo scorso mese il primo ministro indiano, Narendra Modi, ha invitato aziende e privati a ridurre l’inquinamento da plastica, sostenendo che l’India dovrebbe fare “primi decisi passi” per eliminare la plastica monouso entro il 2 ottobre.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Amazon

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.