Allarme bollette del gas: cosa succede il 1° ottobre e come cambiano i prezzi

Giorgia Bonamoneta

21 Settembre 2022 - 19:25

condividi

Dal 1 ottobre cambia il calcolo del costo per le forniture del gas ed è allarme bollette. Ecco come cambieranno i prezzi e per chi.

Allarme bollette del gas: cosa succede il 1° ottobre e come cambiano i prezzi

Sul prezzo delle bollette è ormai allarme. A partire dal 1° ottobre il calcolo del costo per le forniture gas del mercato sarà agganciata al mercato Psv (punto di scambio virtuale) Italiano e non più europeo. Si tratta di un nuovo sistema di calcolo che permetterà di aggiornare le tariffe su un prezzo attuale, aggiornato mensilmente e non più ogni tre mesi. Secondo l’Istituto Riceche-Consumo-Ambiente-Formazione (Ircaf) il nuovo sistema porterà a un aumento del costo delle bollette di luce e gas.

In particolare, fa notare Ircaf, l’aumento sostanzioso è previsto per tutti coloro che non hanno sottoscritto un contratto nel mercato libero a prezzo fisso bloccato dai rincari fino a maggio 2023, come previsto nel decreto Aiuti. L’istituto stima infatti un aumento del +142% per le bollette del gas e un amento sostanziale anche sul costo dell’energia. Dal 1° ottobre la situazione in Italia potrebbe aggravarsi, tanto che più di “aumento” si dovrebbe parlare di raddoppiamento del costo di luce e gas. Ircaf fa sapere che la spesa annua per una famiglia nei primi tre mesi del 2022 era di circa 1.382€, in aumento del +142% e, nell’ipotesi di un ulteriore aumento delle tariffe, la cifra dell’aumento per l’autunno potrebbe essere del +178%. In concreto, sommando le due bollette (gas e luce) le famiglie potrebbero arrivare a spendere fino a 3.454€ in un anno.

La crisi dell’energia è comune a molti paesi europei, dalla Francia con l’interruzione elettrica per due ore al giorno, al Regno Unito, dove la nuova prima ministra Liz Truss ha dovuto pianificare uno schema di aiuti per bloccare l’aumento del costo delle bollette per i prossimi anni. Sembra però che, ovunque, le misure siano poco incisive e non guardino nel lungo termine, promettendo invece bonus e sconti al posto di alternative concrete.

Bollette del gas, rischio aumenti dal 1° ottobre: perché

Gli allarmi bollette sono ormai una costante dall’inizio del conflitto per via della pressione giocata da Vladimir Putin sulla dipendenza europea dal gas russo. Dal 1° ottobre cambia però il metodo con il quale si calcola il costo della materia prima. L’ente Arera non utilizzerà più il mercato all’ingrosso europeo, che abbiamo imparato a conoscere come il mercato del gas di Amsterdam, come riferimento, ma il mercato all’ingrosso Psv italiano. Si aggiunge inoltre l’aggiornamento mensile e non più trimestrale del prezzo.

Questo nuovo calcolo, attivo dal 1° ottobre, proseguirà almeno fino a gennaio 2023, momento nel quale dovrebbe concludersi la fase di tutela. Il presidente di Arera, Stefano Besseghini, ha affermato che gli utenti potrebbero vedere vantaggi nel caso si dovesse assumere il tetto del prezzo del gas a livello europeo e in generale il meccanismo permetterà di non trasferire al consumatore i costi di copertura del rischio. Non tutti sono d’accordo, infatti Assoutenti teme che ci saranno svantaggi gravi per le famiglie. Dubbio che oggi ha riportato anche l’Istituto Ricerche-Consumo-Ambiente-Formazione che parla di aumenti sostanziosi delle bollette di luce e gas per coloro che non hanno sottoscritto un contratto nel mercato libero a prezzo fisso per il quale, come ricorda Il Giornale, Draghi ha bloccato i rincari almeno fino a maggio 2023.

Bollette del gas dal 1° ottobre: gli aumenti previsti

Secondo le prime stime, a partire dal 1° ottobre, si rischia il raddoppiamento del prezzo in bolletta. A esempio, il costo dell’energia elettrica, che fino al 30 settembre è fissato a 0,41 euro al kilowattora, in caso di aumento potrebbe arrivare a costare fino a 0,70 euro al kilowattora dal 1° ottobre.

In totale, confrontando la spesa del 2020 con quella del 2022, l’aumento sulla bolletta di luce e gas si attesta intorno al +178%, arrivando a far spendere alle famiglie italiane un costo annuale di 3.454€.

Argomenti

# Luce

Iscriviti a Money.it