Affitti “stellari”: ecco le città italiane con i costi più alti

I costi d’affitto per una casa sono aumentati parecchio negli ultimi 5 anni. Nella classifica delle città italiane con gli affitti più alti al primo posto c’è Milano con prezzi stellari per un appartamento. Anche a Roma e Firenze i canoni mensili sono elevati.

Affitti “stellari”: ecco le città italiane con i costi più alti

Nella classifica delle città italiane con gli affitti più alti al primo posto c’è Milano, dove i prezzi arrivano alle stelle. Lo sa bene chi sta cercando di prendere casa in affitto nel capoluogo della Lombardia.

Si pensi che i costi d’affitto di un appartamento non arredato a Milano girano attorno a un canone medio mensile di 938 euro, contro i 789 di Roma e i 652 di Firenze, che si posizionano rispettivamente al secondo e terzo posto nella classifica nazionale.

A partire dal 2015, e dopo cinque anni di calo degli affitti con costi più abbordabili per gli inquilini, si è verificato un aumento dei prezzi delle abitazioni affittate. In questo contesto, la prima città ad invertire la rotta e a delineare una crescita dei costi d’affitto è stata proprio Milano.

Come se non bastasse, l’ultimo Rapporto di Solo Affitti così come i calcoli dell’Ufficio Studi di Immobiliare.it hanno registrato non solo un aumento nei prezzi degli affitti di stanze e abitazioni ma anche il proliferarsi dei contratti brevi.

Andiamo ora a scattare una fotografia dell’“Italia degli affitti” e a stilare una classifica delle città italiane dove gli affitti pesano di più.

Affitti stellari: ecco la classifica delle città italiane con costi più alti

Non solo a Milano si registrano affitti stellari per un appartamento, l’aumento dei costi d’affitto per le persone in cerca di casa ha infatti colpito altre città italiane. Si trovano affitti salati sia a Roma che a Firenze per quanto riguarda il Centro Italia, per tornare poi al Nord con i prezzi elevati riscontrati a Venezia e Trento.

L’ultimo rapporto di Solo Affitti ha registrato un aumento medio nei canoni di locazione pari al 2,6% nell’ultimo anno.

Ecco una tabella che mostra la classifica delle città italiane con affitti più alti.

Cittàaffitto mensiledifferenza
Milano €939 +0,8%
Roma €789 -4,1%
Firenze €652 -1,4%
Venezia €631 +9,1%
Trento €591 +2,8%

Unitamente all’aumento degli affitti sono stati registrati numerosi contratti di breve durata. Basti pensare ancora una volta al caso di Milano, dove 4 contratti di affitto su 10 non durano oltre due anni.

La motivazione viene attribuita all’elevata mobilità lavorativa degli affittuari che sono per il 30% lavoratori e studenti fuori sede. Per quel che riguarda le famiglie e le coppie sono circa il 50%, mentre gli stranieri arrivano al 27%.

Si è trovata dunque una spiegazione al fatto che il 40% dei contratti di locazione classici (ovvero il 4+4) ha una durata breve, concludendosi in effetti prima di quanto previsto dal contratto. Resta comunque il fatto che, da un anno a questa parte e specialmente nel primo trimestre del 2018, si è registrato il maggiore aumento degli affitti degli ultimi 5 anni.

Il contratto 4+4 viene utilizzato nel 90% dei casi, mentre il canone concordato, che prevede un regime fiscale agevolato per i proprietari che affittano con la cedolare secca, è utilizzato solo nel 7,6%, anche se nelle periferie l’utilizzo arriva anche al 25%.

Affitti studenti fuori sede: ecco i prezzi di stanze singole e doppie

Per gli studenti fuori sede, in vista dell’inizio dell’anno accademico è giunto il momento di cercare, e trovare, una stanza in affitto. Ma singola o doppia che sia gli affitti per le stanze nelle città universitarie sono cari.

Se in città come Palermo e Bologna i costi d’affitto per una singola sono aumentati di oltre il 10% nell’ultimo anno, in altri Comuni come Pavia e Siena le cifre richieste sono calate dell’8% rispetto al 2017.

Questo è quanto calcolato dall’Ufficio Studi di Immobiliare.it, che si è concentrato sull’andamento dei prezzi degli affitti delle 14 città universitarie che contano un maggior numero di studenti fuori sede.

A livello nazionale la media del costo mensile per l’affitto di una singola è di 402 euro, in calo del 3% rispetto allo scorso anno. Ma i prezzi degli affitti variano di città in città e al primo posto c’è ancora una volta Milano, dove per una stanza singola si paga in media 543 euro al mese.

Al secondo posto c’è Roma dove il prezzo registrato per una singola è mediamente di 428 euro al mese. Stavolta al terzo posto c’è Bologna con 399 euro mensili.

Per quel che riguarda gli affitti in doppia, gli studenti fuori sede dovranno sborsare in media 285 euro al mese per un posto letto. A Milano la media è di 368 euro, mentre a Roma per il medesimo affitto servono 305 euro.

Gli affitti più bassi per le stanze singole e doppie sono stati registrati a Sud Italia, precisamente a Bari, Catania e Palermo, mentre per quel che riguarda il Nord i prezzi più economici si trovano a Pavia.

Ecco la classifica delle città italiane con gli affitti più bassi

L’aumento degli affitti non ha colpito orizzontalmente tutte le città italiane. Per contro, ecco una tabella con i capoluoghi dove i prezzi per l’affitto di una casa sono i più bassi d’Italia.

Cittàaffitto mensiledifferenza
Catanzaro €327 -10%
Perugia €356 -5,3%
Potenza €367 +3,6%
Campobasso €391 +7,8%
Palermo €393 -7,2%

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Contratto di affitto

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.