Wall Street: i titoli caldi di venerdì 9 novembre

Il principali futures sugli indici azionari statunitensi proseguono in calo dopo le sedute positive registrate nel corso della settimana. L’ufficio studi di Money.it ha selezionato i titoli che presentano le migliori opportunità operative per la giornata di oggi

Wall Street: i titoli caldi di venerdì 9 novembre

I principali futures sugli indici azionari statunitensi proseguono in calo dopo la seduta di ieri, che ha disegnato la prima candela con chiusura negativa dopo la serie di sedute rialziste in atto da fine ottobre.

In particolare, la struttura tecnica del future sull’indice S&P 500 appare la più interessante per l’operatività odierna. I corsi, al momento della scrittura, si mantengono appena al di sopra del 50% del corpo della candela marubozu segnata mercoledì scorso a 2.794 punti.

Un ritorno al di sotto dei 2.785 punti fornirebbe un segnale short con obiettivo di profitto identificabile a 2.744,75 punti, minimo registrato nella seduta del 7 novembre.

Di seguito una lista dei titoli da monitorare nel corso della giornata selezionati dall’Ufficio studi di Money.it:

  • Microchip Technology Inc: il titolo con le sedute di questa settimana è riuscito a rompere la trendline di medio periodo che collega i massimi segnati nella prima decade di agosto a 98,26 dollari e, successivamente, a settembre, a 83,71 dollari per azione. Con la seduta di ieri, inoltre, le quotazioni si sono riportate a ridosso dei livelli registrati nei primi giorni di ottobre a 74,45 dollari. Alla luce del recente momentum rialzista si potrebbe privilegiare un’operatività di tipo long, ma in caso di ritracciamento verso area 72 dollari con conferma di un segnale rialzista. Obiettivo di profitto a ridosso di area 80 dollari, livello statico lasciato in eredità dal minimo segnato nella seduta del 17 agosto.
  • Ulta Beauty: il titolo disegna con la candela di ieri un pattern Engulfing rialzista da manuale segnando nuovi massimi annuali a 308,88 dollari per azione. Nonostante il vigoroso segnale rialzista, la seconda candela è troppo estesa in termini di range per essere sfruttata per l’operatività odierna, dal momento che necessiterebbe di uno stop loss troppo ampio da consentire un corretto rapporto di rischio rendimento. A tal proposito un obiettivo di profitto potrebbe essere identificato a ridosso dei massimi registrati nella prima ottava di giugno 2017 a 314,86 dollari per azione. Per l’operatività odierna sarà quindi necessario attendere un eventuale ritracciamento dei corsi verso area 287 dollari prima di aprire posizioni di natura rialzista, sfruttando come livello di stop loss il minimo della candela di ieri a 275,12 dollari.
  • TripAdvisor: il titolo nella seduta di ieri è stato il migliore dell’indice S&P 500 con una performance del 15,26% attestandosi a 66,93 dollari per azione. A livello grafico la candela di ieri ha aperto con un forte gap up rompendo con forza anche i massimi segnati a fine luglio 2017. Per l’operatività odierna, dato il recente momentum rialzista con indicatori relativi evidentemente in area di ipercomprato si potrebbero implementare strategie di natura ribassista con obiettivo la ricopertura del gap a 58,53 dollari. In particolare una rottura di 62,50 dollari fornirebbe un segnale short da sfruttare in tal senso.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Wall Street

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.