Il WMF2021 saluta Rimini e incorona Recornea e MyLeg vincitrici della Startup Competition

Redazione

23 Luglio 2021 - 09:30

condividi

Si è conclusa la 9^ edizione del WMF che ha contato quasi 2500 presenze al giorno in presenza. Trionfano nella Startup Competition Recornea e MyLeg, due progetti che hanno colpito pubblico ed esperti.

Il WMF2021 saluta Rimini e incorona Recornea e MyLeg vincitrici della Startup Competition

Si è chiusa la nona edizione del Web Marketing Festival che in questo 2021 è riuscito a portare oltre 25.000 persone alla scoperta delle ultime innovazioni digitali. Un’edizione ibrida che ha permesso 2500 ingressi al giorno in presenza, portata massima consentita dagli spazi a disposizione in base alle norme, e moltissimi altri utenti collegati da casa per seguire online gli approfondimenti.

Si sono svolte a Rimini tre intense giornate di formazione, business, startup, ricerca con oltre 100 eventi e più di 600 speaker, provenienti da tutto il globo, pronti a far conoscere le ultime innovazioni del digitale.
Il Mainstage, con la co-conduzione insieme a Cosmano Lombardo di Diletta Leotta, ha accolto figure istituzionali quali i Ministri Bianchi, Di Maio e Giovannini, figure importanti come il fondatore di Emergency Gino Strada, musicisti del calibro di Roy Paci e personaggi dello spettacolo quali Alessandro Borghi, i The Jackal e i Sansoni.

Attraverso testimonianze, round table e tavoli di lavoro istituzionali, sul Mainstage sono andati in scena incontri focalizzati sull’analisi delle differenti missioni del
Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Tra i temi approfonditi: la transizione
ecologica ed energetica, la digitalizzazione, il futuro della scuola, la valorizzazione del
patrimonio culturale e molto altro ancora.
Un palcoscenico che ha dato visibilità a tantissimi temi passando dall’attualità ai diritti umani e alla lotta alla mafia.

Ampio spazio per l’imprenditorialità italiana e internazionale e soprattutto grande attenzione per la fase finale della Startup Competition più grande d’Italia. Questa nona edizione della premiazione ha visto trionfare Recornea e MyLeg che sono riuscite a ottenere rispettivamente il premio assegnato dalla giuria di investitori e del pubblico. Il pitch e la mission di Recornea hanno conquistato la giuria di esperti, la startup propone un dispositivo medico impiantabile mediante il quale è possibile migliorare la vista di pazienti affetti da cheratocono, una patologia degenerativa che limita sensibilmente la vista a chi ne è affetto.Il CEO di Recornea, Emiliano Lepore, dopo la vittoria ha dichiarato:

“È stata un’emozione essere qui al Festival e siamo felici di aver potuto presentare una startup come la nostra, medicale, con un dispositivo impiantabile e con tutte le sue complessità. Voglio ringraziare gli investitori per aver supportato le varie iniziative di Recornea ad oggi e al WMF per questa grande occasione.”

Recornea ha ottenuto il premio di UniCredit Start Lab, progetto di UniCredit pensato per i giovani imprenditori e le startup innovative comprendente la possibilità di partecipare alla
Startup Academy, che offre l’assegnazione di un mentor e l’accesso al programma di coaching. Il riconoscimento prevede anche l’assegnazione di un Relationship Manager di UniCredit e la partecipazione a incontri con clienti Corporate della banca e possibili investitori.

MyLeg, invece, si è aggiudicata il consenso dei presenti a Rimini e degli utenti in collegamento, che hanno deciso di aggiudicargli il premio del pubblico. La startup sviluppa una tecnologia indossabile non-invasiva come aggiunta alle protesi degli amputati, che permette di avere un feedback sensoriale e migliorare la mobilità della persona che la indossa. La vittoria è stata commentata da Giacomo Valle, PhD, Neural Engineer e Co-founder di MyLeg:

“Grazie di cuore a tutto il pubblico che ha votato: il progetto nasce dall’impegno e dall’effort di tutto il team di MyLeg, io sono solo un rappresentante della grande squadra quindi grazie davvero da tutti noi. Bellissimo momento, davvero, grazie!”

L’intervento di oltre 600 speaker, in più di 60 sale, ha offerto una proposta formativa molto ampia, che ha affrontato temi attuali come la Cybersecurity e la Circular Economy, ma ha anche offerto approfondimenti su temi come Social Media, Open Innovation, Blockchain, Aerospace, eSports e tanto altro ancora.
Un’impostazione più fieristica quella che si è vista quest’anno al WMF 2021 e che anticipa già il futuro del WMF, che il 16, 17 e 18 giugno 2022 si sposterà alla Fiera di Rimini per ampliare l’edizione e avere più spazi da dedicare all’innovazione e al digitale.

Iscriviti a Money.it