Vaccino bambini 5-11 anni, i numeri delle Regioni: flop in Sicilia, bene la Lombardia

Alessandro Cipolla

14 Dicembre 2021 - 12:03

condividi

In Italia tutto è pronto per la vaccinazione dei bambini 5-11 anni: al momento si è prenotato circa il 5% della platea interessata, ma in alcune Regioni come la Sicilia i numeri sono molto bassi.

Vaccino bambini 5-11 anni, i numeri delle Regioni: flop in Sicilia, bene la Lombardia

La campagna per la vaccinazione contro il Covid dei bambini della fascia d’età 5-11 anni è pronta a prendere il via, lo start alle somministrazioni ci sarà giovedì 16 dicembre, ma in Italia al momento le prenotazioni sembrerebbero procedere a una doppia velocità.

Se nelle Regioni del Nord i click hanno superato le più rosee aspettative, al Sud invece finora l’adesione è stata molto bassa: in Sicilia a ieri soltanto 250 famiglie hanno prenotato il vaccino per i propri bambini.

In Lombardia invece le prenotazioni sono state già 40.000, nel Lazio in una sola giornata 23.000, in Toscana 15.000 e in Piemonte 12.000. Più a rilento invece l’Emilia Romagna (7.200), il Veneto (6.000), la Liguria (2.000) e la Campania (3.300).

In totale i bambini della fascia d’età 5-11 che possono ricevere il vaccino in Italia sono 3,6 milioni. Al momento si sono prenotati complessivamente 165.000 bambini, il 4,5% della platea, ma il numero potrebbe essere più alto visto che non è stato conteggiato chi si è prenotato tramite il pediatra.

Vaccino ai bambini: il sondaggio

Nel giorno in cui in Italia si sono aperte le prenotazioni per il vaccino ai bambini 5-1 anni, La Stampa ha pubblicato un sondaggio realizzato ad hoc dall’istituto Euromedia Research della celebre sondaggista Alessandra Ghisleri.

Dall’indagine emergerebbe così che il 50,4% degli intervistati si è detto disponibile a fare il vaccino al proprio figlio, a fronte di un 27,8% di contrari e un 21,8% di indecisi.

Una famiglia su due stando al sondaggio ha già deciso di vaccinare i propri figli, con il Governo che di conseguenza nelle prossime settimane dovrà cercare di convincere la grossa fetta che ancora sarebbe indecisa.

C’è da dire che l’obiettivo minimo fissato dal Governo è quello di vaccinare almeno il 50% dei bambini 5-11 anni, un traguardo che visti i primi dati e il sondaggio della Ghisleri potrebbe essere alla portata.

Il Ministero della Salute nelle ultime ore ha anche chiarito la situazione in merito al green pass: anche se la vaccinazione è facoltativa, ai bambini che si sottoporranno alla somministrazione verrà rilasciato il certificato verde che dovrà essere esibito soltanto in caso di ritorno dall’estero, evitando così di dover fare un tampone.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it